ACER, DOMANI LA CONSEGNA DEGLI ALLOGGI A CASAMICCIOLA

19
L’Agenzia Campana per l’Edilizia Residenziale nella giornata di sabato 9 Novembre, alle ore 12, a Casamicciola Terme (NA) procederà all’ inaugurazione degli alloggi ripristinati a seguito del sisma del 21/08/2017. Il Presidente dell’ACER Campania, dott. David Lebro, Avv. Fulvio Bonavitacola, l’Assessore campano all’Urbanistica, Arch. Bruno Discepolo ed il Sindaco di Casamicciola Terme, dott. Giovan Battista Castagna consegneranno gli alloggi dell’edificio in Via Castanito 49, sgomberati a seguito del sisma che ha colpito Casamicciola Terme due anni fa. “Grazie ad un responsabile senso istituzionale del personale tecnico di questa Agenzia – precisa il Presidente Lebro- sono state prontamente messe in atto tutte le opportune iniziative tecniche, amministrative ed economiche, finalizzate al conseguimento, nel più breve tempo possibile, del pieno ripristino dell’edificio, incontrando in tal modo le esigenze locali dei propri inquilini”. Il sindaco Castagna dal canto suo ha ricordato “l’importanza del fatto che sei nuclei familiari finalmente possano far ritorno nelle proprie abitazioni, e questo grazie anche al lavoro di costante pungolo portato avanti dal Comune di Casamicciola Terme. E’ un fatto positivo, anche perché manifesta che laddove possibile la ricostruzione post terremoto ha già avuto inizio”
Si ricorda che a seguito del sisma del 21/08/2017 l’edificio in via Castanito civ. 49 (composto da n. 6 alloggi) in Casamicciola Terme veniva dichiarato “inagibile”. Con Ordinanza Sindacale n. 95 del 23/09/2017 veniva disposta l’esecuzione forzata di sgombero con l’ausilio delle Forze di P.M. e di P.S. (lo sgombero risultava in effetti essere stato già eseguito dai VV.FF., all’indomani del sisma) nonché l’interdizione all’uso del fabbricato stesso. L’intervento, nello specifico, ha riguardato il miglioramento sismico dell’edificio residenziale nonché il consequenziale ripristino architettonico e funzionale del corpo edilizio, con realizzazione degli adeguamenti obbligatori conseguibili in materia energetica ed impiantistica.
In particolare, gli interventi di miglioramento statico sono stati ultimati in data 30/05/2019 ed hanno riguardato il miglioramento sismico strutturale (con avanzamento della classe di rischio dalla “F” alla “A”) mediante il sistema di rinforzo FRP realizzato “in situ”, costituito da fogli tessuti in fibre di carbonio applicati con resina polimerica di impregnazione di tipo epossidico, che funge anche da adesivo al substrato, inerente tutte le travi ed i pilastri. Il complesso dei lavori di recupero architettonico, funzionale ed impiantistico, invece, ha riguardato sia le singole unità abitative sia le parti comuni. I lavori sono stati eseguiti regolarmente e risultano essere stati ultimati in data 03/10/2019. In definitiva si è provveduto:
 al ripristino delle condizioni generali di sicurezza statica ed integrità strutturale dell’immobile danneggiato dal sisma del 21 agosto 2017, tali da consentire la loro fruizione totale senza alcun pericolo per gli utilizzatori finali;
 al pieno recupero architettonico, funzionale ed impiantistico, con efficientamento energetico dell’involucro edilizio.