ARPAC, IL MARE DI LACCO E FORIO E’ DI NUOVO BALNEABILE


19

Le acque del mare di Lacco Ameno (acque di balneazione denominate “Santa Restituta” e “Fundera”), e di Forio (“Chiaia” e “Citara”), tornano balneabili. Sono stati i tecnici dell’Arpac – agenzia regionale per l’ambiente della Campania –  a decretarlo in seguito alle controanalisi. Lunedì scorso, 2 settembre, analisi di routine avevano messo in risalto la presenza di una carica batterica superiore ai limiti consentiti. Le controanalisi, poi, hanno riportato i valori nei limiti facendo rientrare l’emergenza. Già sabato, però, i tecnici dell’Agenzia regionale per l’ambiente della Campania, in attesa dei risultati delle controanalisi, avevano ipotizzare che cosa fosse successo.

“I divieti temporanei possono essere, come prima ipotesi, correlati alle piogge che hanno caratterizzato i primi giorni di settembre mettendo in risalto, ancora una volta, la criticità infrastrutturale costituita dalla rete fognaria di tipo misto”, hanno spiegato dall’Arpac. E continuando: “Infatti, nei sistemi misti, sono convogliate le acque piovane con quelle fognarie. Questo porta all’attivazione dei cosiddetti “tubi di troppo pieno”, ovvero degli sfoghi che scaricano direttamente in mare le acque in eccesso presenti nelle tubature o nei collettori dove normalmente scorrono le acque di fogna e che vengono inondati dalle acque di pioggia nel momento in cui si verifica un temporale”.