Aspirapolvere senza fili, ecco come orientarsi nella scelta

26

Al giorno d’oggi, l’aspirapolvere è uno degli elettrodomestici che vengono utilizzati più di frequente per la pulizia del proprio ambiente domestico. D’altro canto, con il passare del tempo e l’evolversi della tecnologia, sono tantissimi i modelli che vengono proposti sul mercato, tra cui anche una serie di aspirapolvere senza fili.

In realtà, sarebbe meglio chiamarlo scopa elettrica, configurandolo come un elettrodomestico che torna utile soprattutto per portare a termine le pulizie casalinghe molto rapidamente. Si tratta di una soluzione particolarmente valida per tutti coloro che hanno un appartamento piccolo e non hanno grande spazio oppure un ripostiglio dove riporre questi elettrodomestici.

Il modello di scopa elettrica migliore per le proprie esigenze

In commercio, quindi, ci sono così tanti modelli di scope elettriche che, spesso e volentieri, si ha difficoltà ad effettuare la scelta. Un ottimo modello di scopa elettrica presenta un peso che varia tra 2 e 4 chilogrammi. Meglio non puntare su quei modelli che pesano di più, dal momento che saranno poco pratici da utilizzare.

Gran parte degli aspirapolvere senza fili presenta un manico pieghevole, che torna decisamente utile quando si tratta di risparmiare spazio dopo aver terminato di sfruttare tale elettrodomestico. Uno dei suggerimenti migliori da seguire è quello di provare il meccanismo nel momento in cui si procede all’acquisto: il rischio, altrimenti, è poi quello di ritrovarsi a casa con un elettrodomestico che non è molto pratica da usare.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è certamente quello, per gran parte delle scope elettriche è così, di restare in posizione verticale in totale autonomia. Questa posizione di parcheggio è molto utile, soprattutto per via del fatto che permette di risparmiare spazio visto che non c’è l’esigenza di appoggiarla ad una parete.

Il principale neo di questi modelli di aspirapolvere senza fili è certamente quello di avere, spesso una capacità di aspirazione più bassa in confronto ai modelli con i fili. Insomma, nel momento in cui si sceglie di comprare una scopa elettrica, è bene andare sempre alla ricerca del miglior compromesso tra potenza e praticità.

Un altro difetto degli aspirapolvere senza fili è certamente quello della durata. Nella maggior parte dei casi, infatti, l’autonomia di utilizzo è compresa tra 15 e 40 minuti. Ci sono ovviamente dei modelli che durano di più, ma questo tipo di batterie particolari va a incidere notevolmente sul prezzo di acquista. Tra gli altri nei, c’è anche quello relativo alla capacità contenitiva di polvere che viene aspirata. Di solito la capienza è pari a 0,6 litri, mentre negli aspirapolvere tradizionali può spingersi anche fino a 2,3 litri. Se, da un lato, si guadagna in termini di tempo nell’effettuare le varie operazioni di pulizia, d’altro canto è bene mettere in evidenza come se ne potrebbe perdere di più a svuotare l’aspirapolvere e a pulire i filtri.

Quali sono i vantaggi di puntare su una scopa elettrica

Il principale punto di forza delle scope elettriche è molto facile da intuire, ovvero la facilità e rapidità di movimento. L’ingombro è ridotto ed un modello decisamente più leggero da spostare in confronto agli aspirapolvere normali. Inoltre, non ci sarà il problema di rischiare di inciampare nel filo piuttosto che di togliere all’improvviso la spina dalla presa di corrente.

I modelli senza fili sono una soluzione pratica e utile per un gran numero di operazioni di pulizia domestica. Se alcuni modelli vengono realizzati esclusivamente con lo scopo di pulire in maniera efficace i pavimenti, ecco che tanti altri hanno una ricca dotazione di accessori che torna molto utile anche per effettuare degli interventi di pulizia più precisi in spazi angusti. In pratica, si può utilizzare la scopa elettrica molto comodamente sulle scale, senza avere l’intralcio del filo ed eliminando la preoccupazione di inciampare e cadere in qualsiasi momento.