BARANO, PRONTA LA DELIBERA PER IL DIVIETO DI SBARCO


20

La rete stradale dell’isola d’Ischia è da anni un groviglio di lamiere. L’isola è congestionata dalle conseguenze di un traffico veicolare ormai allo sbando che congestiona le principali arterie isolane facendo somigliare, tanto in estate quanto in inverno, l’isola verde in una metropoli in miniatura, con tutti i disagi della grande città e ben pochi vantaggi che le metropoli possono offrire. Per limitare il traffico estivo causato dall’eccessivo afflusso di automezzi in genere nelle aree dei porti isolani, che a parere dell’amministrazione di Barano, arreca notevole pregiudizio all’ordine pubblico, alla sicurezza dei pedoni e alla vivibilità del porto e della adiacenti aree comunali e ritenendo che, per la particolare conformazione dei porti stessi, completamente inseriti nel tessuto urbano, è necessario limitare l’accesso al porto via mare di automezzi nei periodi di maggiore afflusso turistico, l’amministrazione di Barano ha deliberato di richiedere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti l’adozione di un provvedimento che preveda, ai fini dell’applicazione nell’isola d’Ischia per la stagione turistica 2019, dell’art. 8 del Codice della Strada concernente la limitazione della circolazione stradale nelle piccole isole, le seguenti proposte, stabilendo la data del divieto di afflusso e circolazione dal 14 aprile (Domenica delle Palme) al 31 ottobre 2019:

Dal 14 aprile al 31 ottobre 2019 sono vietati l’afflusso e la circolazione sull’Isola d’Ischia (Comuni di Barano d’Ischia, Casamicciola Terme, Forio, Ischia, Lacco Ameno e Serrara Fontana) degli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori, appartenenti a persone residenti nel territorio della Regione Campania o condotti da persone residenti sul territorio della Regione Campania con esclusione di quelli appartenenti a persone facenti parte della popolazione stabile dell’Isola.