CALCIO A 5, FUSIONE TRA FORIO E BARANO: NASCE LA VIRTUS LIBERA ISOLA D’ISCHIA

7
La A.s.d. Virtus Libera Forio e la Futsal Barano comunicano di aver raggiunto l’accordo per la fusione delle due realtà sportive nel nuovo progetto sportivo “Virtus Libera Isola d’Ischia”.
Si tratta di una svolta epocale nel mondo del futsal, e probabilmente, dello sport ischitano. La fusione rappresenta l’incontro tra due società con numerosi aspetti in comune e che hanno deciso di tendersi la mano lavorando ad un unico, comune, progetto col fine di regalare all’isola di Ischia una esperienza avvincente e di prestigio, nella quale il territorio isolano sarà grande protagonista.
La società, non a caso, presenterà domanda di ripescaggio in serie B e impegnerà rilevanti risorse per la creazione di un importante settore giovanile, che possa servire da traino per l’intero movimento isolano.
 Si punterà sui migliori giocatori isolani presenti in entrambe le compagini, sotto la guida tecnica dei mister Gino Monaco, Diego Di Scala e Gildo Lubrano Lavadera.
Si ringraziano tutti coloro i quali hanno sposato il nuovo entusiasmante percorso intrapreso, dimostrando grande maturità e comprendendo che è finito il momento delle divisioni e degli individualismi.
Proprio in tale ottica, la società sarà retta da una copresidenza con Fiore D’Angelo e Gigi Mattera ed ogni ruolo vedrà la collaborazione di più dirigenti. Nelle prossime ore sarà reso noto l’organigramma societario.
Fiore D’Angelo: “La fusione è figlia della condivisione del medesimo concetto di sport e dei valori che lo accompagnano. L’unione di persone appassionate in un progetto valido e di prospettiva è già di per sé un momento di considerevole importanza. Noi lavoreremo sodo e tutti uniti per concretizzare, quotidianamente, quanto poteva sembrare un sogno ed oggi non lo è più. Dimostreremo l’importanza dell’unione anche in ambito sportivo. Abbiamo grandi stimoli e crediamo fortemente in questo progetto”.
Gigi Mattera: “Il motto di questa fusione è: un passo indietro tutti per poterne fare due e più in avanti. Non si sono fuse solo due realtà sportive, ma un gruppo di amici appassionati, leali, disinteressati, con una visione unica proiettata al futuro. Mi dicono che si tratti di una svolta epocale nel tessuto sportivo isolano. Io credo che non ci sia nulla di più normale. Fare sistema, fare rete, collaborare per obiettivi comuni è la forza di ogni territorio e la naturale conseguenza di un’identità di vedute. Spero che questa iniziativa possa essere da sprono per altre simili iniziative anche in altri campi. Non posso non ringraziare mio padre Gianni, che mi ha iniziato allo sport, quello vero fatto di valori e rispetto e in questa fusione ho trovato tutto ciò. Insieme tutto è possibile, avanti tutta Ischia”.