CASAMICCIOLA, C’E’ L’ORDINANZA: CHIUSURA SCUOLE PROROGATA AL 7 DICEMBRE

8
Il sindaco Giovan Battista Castagna ha firmato un’ordinanza con la quale dispone che “con decorrenza dal 30 novembre 2020 e fino al 7 dicembre 2020, restano sospese le attività didattiche in presenza delle classi della scuola primaria diverse dalla prima, quelle della prima classe della scuola secondaria di primo grado nonché quelle concernenti i laboratori”. Nel dispositivo il primo cittadino sottolinea che “E’dato mandato alle ASL territorialmente competenti – con il supporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno- di continuare gli screening, attraverso somministrazione di tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente, agli alunni interessati e relativi familiari conviventi, in vista della ripresa delle attività in presenza a far data dal 9 dicembre 2020”;
IL TESTO INTEGRALE DELL’ORDINANZA
Oggetto:Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.
Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale della Regione Campania n. 93 del 28.11.2020. Disposizioni concernenti l’attività didattica sul territorio comunale.
Conferma sospensione dell’attività in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia nonché dell’attività didattica in presenza della prima classe delle scuole primarie.
IL SINDACO
Visto il DPCM 3 novembre 2020, avente efficacia a far data dal 6 novembre 2020, e, in particolare, le disposizioni di cui all’art.3 comma 1 (Ulteriori misure di contenimento del contagio su alcune Giunta Regionale della Campania Il Presidente aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto) secondo cui “(omissis)
f) fermo restando lo svolgimento in presenza della scuola dell’infanzia, della scuola primaria, dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65 e del primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado, le attività scolastiche e didattiche si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro n. 89 dell’istruzione 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata;
Vista l’Ordinanza del Ministro della Salute del 13 novembre 2020, pubblicata in G.U. il 14 novembre 2020, adottata in attuazione del DPCM 3 novembre 2020, alla stregua della quale si applicano sul territorio regionale della Campania le precitate disposizioni di cui all’ art.3 del medesimo DPCM;
Vista l’Ordinanza del Ministro della Salute del 27 novembre 2020, che ha differito l’efficacia dell’Ordinanza del 13 novembre fino al 3 dicembre 2020;
Visto quanto disposto conOrdinanza del Presidente della Regione Campania n.90 del 15 novembre 2020;
Visto altresì quanto disposto con Ordinanza del Presidente della Regione Campania n.92 del 23 novembre 2020;
Preso atto che in data 28.11.2020 è stata emessa dal Presidente della Regione Campania, Ordinanza n.93 ad oggetto “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19. Disposizioni concernenti l’attività didattica sul territorio regionale.- Approvazione nuove Linee guida in materia di trasporto pubblico locale, di linea e non di linea – Sospensione elezioni Consorzio di Bonifica Velia (SA).”che dispone tra l’altro:
1.1. con decorrenza dal 30 novembre 2020 e fino al 7 dicembre 2020, fatto salvo quanto previsto al successivo punto 1.2., restano sospese le attività didattiche in presenza delle classi della scuola primaria diverse dalla prima, quelle della prima classe della scuola secondaria di primo grado nonché quelle concernenti i laboratori. E’dato mandato alle AA.SS.LL. territorialmente competenti – con il supporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno- di continuare gli screening, attraverso somministrazione di tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente, agli alunni interessati e relativi familiari conviventi, in vista della ripresa delle attività in presenza a far data dal 9 dicembre 2020;
1.2. con decorrenza immediata restano comunque consentite in presenza le attività destinate agli alunni con bisogni educativi speciali e/o con disabilità, previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto e in ogni caso garantendo il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica a distanza;
1.3. con decorrenza immediata, restano altresì consentite le attività in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 Giunta Regionale della Campania Il Presidente anni) e della prima classe della scuola primaria, nonché delle pluriclassi della scuola primaria che comprendano la prima. E’ demandato alle ASSL territorialmente competenti il monitoraggio dell’andamento dei contagi e la comunicazione ai Sindaci dei dati di rispettivo interesse. E’ consentito ai Sindaci, sulla base di situazioni di peculiare criticità accertate con riferimento ai territori di competenza, l’adozione di provvedimenti di sospensione delle attività in presenza o di altre misure eventualmente necessarie. Resta demandata ai dirigenti scolastici la verifica delle ulteriori condizioni, anche relative al personale in servizio, per l’esercizio in sicurezza dell’attività didattica in presenza;
1.4. è dato mandato all’Unità di crisi regionale di programmare periodiche misure di screening relative al mondo della scuola, con modalità tali da consentirne la capillarità sul territorio;
Atteso che dalla stessa ordinanza risulta che:
-l’Unità di crisi regionale, all’esito di apposita riunione svoltasi in data odierna, ha comunicato che “sulla base della situazione epidemiologica rilevata e dello stato degli screening ad oggi effettuati, su base volontaria, sulla platea scolastica relativa alle classi seconda- quinta della scuola primaria e prima della scuola secondaria di primo grado, nonché sui familiari e sul personale scolastico, si ritiene necessario prorogare l’attuale regime di didattica a distanza, per le classi indicate,nonché per le attività di laboratorio, fino al 7 dicembre 2020. Si ritiene altresì che possa essere confermata la possibilità di didattica in presenza per gli alunni dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia e della prima classe della scuola primaria, precisando a tale riguardo, secondo quanto richiesto dall’ANCI, che il regime relativo alla prima classe si estende anche agli alunni di eventuali pluriclassi comprendenti la prima classe. (omissis)
-E’dato mandato alle AA.SS.LL. territorialmente competenti – con il supporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno- di continuare gli screening, attraverso somministrazione di tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente, agli alunni interessati e relativi familiari conviventi, in vista della ripresa delle attività in presenza a far data dal 9 dicembre 2020;
-E’ demandato alle ASSL territorialmente competenti il monitoraggio dell’andamento dei contagi e la comunicazione ai Sindaci dei dati di rispettivo interesse. E’ consentito ai Sindaci, sulla base di situazioni di peculiare criticità accertate con riferimento ai territori di competenza, l’adozione di provvedimenti di sospensione delle attività in presenza o di altre misure eventualmente necessarie. Resta demandata ai dirigenti scolastici la verifica delle ulteriori condizioni, anche relative al personale in servizio, per l’esercizio in sicurezza dell’attività didattica in presenza;
Rilevato che gli esiti dello screening effettuato dalle AASSLL riportati dall’Unità di crisi riportano dati a livello Regionale;
Considerato che:
– allo stato non si hanno specifiche risultanze in merito al numero di controlli effettuati e dei loro esiti da parte dell’ASL competente sul territorio di Casamicciola Terme, per l’attività di screening, attraverso somministrazione di tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente delle classi interessate, nonché agli alunni e relativi familiari conviventi;
– alcuni dei docenti sono pendolari, come anche alcuni alunni che provengono dai comuni limitrofi;
Tenuto conto che è necessario intervenire per limitare ulteriormente le occasioni di circolazione del virus sul territorio comunale di Casamicciola Terme;
Valutato che presso il territorio del Comune di Casamicciola Terme è opportuno confermare la chiusura delle attività in presenza delle scuole al fine di scongiurare il rischio di contagio negli ambienti pubblici chiusi;
Dato atto
– che l’amministrazione di Casamicciola già da fine febbraio 2020 si è attivata con qualsiasi mezzo a propria disposizione affinché l’epidemia fosse contenuta sul proprio territorio;
– che una maggiore diffusione del virus rischia di rappresentare una emergenza nell’emergenza dato lo svantaggio del sistema isola in tale contesto epidemiologico, anche in termini di rapporti con le strutture ospedaliere del resto del territorio campano;
– che L’Ospedale “Anna Rizzoli” di Lacco Ameno, unica struttura ospedaliera sull’isola, presenta innumerevoli criticità legate, tra l’altro, al numero limitato di posti letto che la struttura possiede;
Atteso
– che sono pervenute dai rappresentanti di classi e da gruppi di genitori dinieghi alla partecipazione alla campagna di screening e la volontà di proseguire l’attività didattica a distanza;
– che non si dispone al momento di dati certi relativamente alle attività di screening svolte con riferimento al territorio del Comune di Casamicciola Terme nonché dei comuni limitrofi;
Atteso altresì che è stato stabilito che proseguiranno anche nelle prossime settimane le attività di screening, attraverso somministrazione di tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente, agli alunni interessati e relativi familiari conviventi, in vista della ripresa delle attività in presenza a far data dal 9 dicembre 2020;
Ravvisata pertanto la necessità di disporre di ulteriori dati per valutare le situazioni di specifiche criticità eventualmente presenti sul territorio di Casamicciola Terme, in relazione ai possibili contagi tra il personale docente e non docente delle classi della scuola dell’infanzia e delle prime classi della scuola primaria, nonché agli alunni e relativi familiari conviventi;
Richiamatoaltresì l’art.50, comma 7, del D.Lgs. 18 agosto 2000 n.267, “Testo Unico sull’ordinamento degli Enti locali” che attribuisce al Sindaco il computo di coordinare gli orari degli esercizi commerciali, dei servizi pubblici, nonché di apertura al pubblico degli uffici pubblici localizzati sul territorio al fine di armonizzare l’espletamento dei servizi con le esigenze complessive e generali degli utenti;
Visto il D.lgs. n. 267/2000;
ORDINA
Per i motivi di cui in narrativa e che qui si intendono integralmente riportati;
La sospensione delle attività in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni) e della prima classe della scuola primaria, nonché delle pluriclassi della scuola primaria che comprendano la prima, fino al giorno 7 dicembre 2020 incluso; fatto salvo l’adozione di ulteriori disposizioni in conseguenza all’andamento dei contagi e di eventuali altri provvedimenti adottati dalle autorità regionali e nazionali;
DISPONE
Di prendere atto di quanto stabilito al punto 1.1 e 1.2 dell’Ordinanza del Presidente della Regione Campania n.93 del 28 novembre 2020:
1.1. con decorrenza dal 30 novembre 2020 e fino al 7 dicembre 2020, fatto salvo quanto previsto al successivo punto 1.2., restano sospese le attività didattiche in presenza delle classi della scuola primaria diverse dalla prima, quelle della prima classe della scuola secondaria di primo grado nonché quelle concernenti i laboratori. E’dato mandato alle AA.SS.LL. territorialmente competenti – con il supporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno- di continuare gli screening, attraverso somministrazione di tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente, agli alunni interessati e relativi familiari conviventi, in vista della ripresa delle attività in presenza a far data dal 9 dicembre 2020;
1.2. con decorrenza immediata restano comunque consentite in presenza le attività destinate agli alunni con bisogni educativi speciali e/o con disabilità, previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto e in ogni caso garantendo il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica a distanza;
DISPONE ALTRESI’
Che la presente ordinanza venga pubblicata all’Albo Pretorio del Comune e sul sito istituzionale del Comune;
Di inviare la presente ordinanza:
– all’ASL Competente sul territorio di Casamicciola Terme, con la richiesta di comunicare a questo Ente gli esiti dell’attività di screening relativamente al personale docente e non docente, agli alunni interessati e relativi familiari conviventi, in vista della ripresa delle attività in presenza a far data dal 9 dicembre 2020;
– alla Dirigenza Scolastica della scuola presente sul territorio comunale;
– alle forze dell’ordine presenti sul territorio;
– alla Prefettura;
– all’Unità di Crisi Regionale;
AVVERTE
Che avverso la presente ordinanza è ammesso ricordo al TAR o al Capo dello Stato, nei termini previsti dalla legge.
Casamicciola Terme, 29 novembre 2020
f.to digitalmente
il Sindaco di Casamicciola Terme
ing. Giovan Battista Castagna