CASAMICCIOLA: VIA D’ALOISIO, L’ENEL RIPRISTINA LA CABINA ELETTRICA


14

 

Il sindaco di Casamicciola da mesi aveva messo sotto pressione i tecnici dell’Enel chiedendo di ripristinare il collegamento della corrente elettrica nel cuore della zona rossa di Casamicciola. Parliamo dunque della zona maggiormente colpita dal drammatico sisma che il 21 agosto scorso uccise due persone e che tanti disagi ha provocato al Comune termale e a quello limitrofo di Lacco Ameno, più precisamente ci riferiamo a via D’Aloisio, dove lo scorso otto marzo  due tecnici dell’Enel eseguirono un sopralluogo proprio insieme al sindaco Giovan Battista Castagna e al Comandante della Polizia Municipale, Giovanni Mattera. La perlustrazione fu effettuata affinché la compagnia potesse prendere le misure “sul campo” allo scopo, appunto, di riportare stabilmente l’energia elettrica nella zona. Le operazioni di messa in sicurezza da parte delle ditte necessitano di elettricità per mettere in moto i macchinari utilizzati per rimuovere i materiali di risulta provocati dal sisma del 21 agosto, ma il ripristino delle linee elettriche servirà anche a quelle abitazioni appena al di fuori della zona rossa. Nell’ottica di una ricostruzione auspicata e, si spera, non troppo lontana, i lavori da effettuare passano giocoforza dalla possibilità di attingere elettricità. Ma soprattutto, l’amministrazione vuole ridare vita alla zona, facendo ripristinare progressivamente tutti i servizi di prima necessità, a partire appunto dalla corrente elettrica. La cabina di trasformazione in muratura presente in zona è quasi completamente crollata. La compagnia dovrà essere ricostruirla: i progetti sono già stati approvati,  ma nel frattempo i tecnici hanno posizionato a pochi metri di distanza una cabina provvisoria, che sia in grado di garantire l’erogazione dell’elettricità durante le operazioni di ricostruzione.