CAVA DELL’ISOLA, DEL DEO: PRIVATI ALL’OPERA, LAVORI NON PRIMA DEL 2016

110

Lavori sulla spiaggia di Cava dell'isola -  (ipotesi foto principale)di Marco Gaudini

FORIO – Continuano le attività per la messa in sicurezza della spiaggia di Cava dell’Isola. Dopo infatti l’inizio della procedura “in danno” dell’Amministrazione Comunale verso i privati proprietari che sovrastano il costone, si sono avviate le procedure preliminari per la progettazione che dovrà essere sottoposta ai vari Enti per i necessari pareri. Infatti il progetto dovrà passare per vari uffici, dall’Autorità di Bacino, alla Soprintendenza: un vortice burocratico nel quale molte volte si perdono le opere pubbliche del nostro Paese. Chi però è fiducioso, forte del lavoro che sta svolgendo l’Amministrazione comunale, è il primo cittadino di Forio, Francesco Del Deo: «abbiamo iniziato l’azione in danno nei confronti dei privati ancora inadempienti – ha dichiarato il Sindaco – dopo quest’attività, Castiglione ha iniziato i saggi diagnostici, ed hanno effettuato delle perforazioni con l’ausilio dei geologi per verificare gli interventi da effettuare. Nel frattempo hanno messo in sicurezza con il ripristino della rete metallica di recinzione. Adesso si stanno muovendo celermente, e queste operazioni porteranno poi alla presentazione del progetto alle varie Autorità. Ritengo che questo sia l’ultimo anno di Cava in questa situazione. DEL DEOAdesso però dobbiamo muoverci, come stiamo facendo su altri fronti, specialmente quello del ripascimento delle spiagge. Infatti le condizioni meteo marine di questo inverno, hanno fortemente contribuito all’erosione degli arenili, non solo a Cava, ma anche a Cetara. In quest’ottica abbiamo già avviato un procedimento con la Regione Campania che è l’organo competente. Si è infatti svolto un sopralluogo informale con alcuni tecnici regionali ed il nostro ufficio, al fine di verificare le possibili soluzioni a questa seria e concreta problematica. Inoltre siamo riusciti con la Provincia, prima che diventasse città Metropolitana, ad avviare una gara per un milione di euro, per la sistemazione dello scoglio degli innamorati. Insomma siamo attivi su più fronti per garantire la massima fruibilità delle nostre coste, che sono, come la storia ci dimostra, molto esposte agli agenti atmosferici e all’erosione».

Sindaco realisticamente, verificata tutta la fase di progettazione ed i vari pareri, quando potranno partire i lavori per Cava dell’Isola?

«Ritengo, vista tutta la complessa procedura, che i lavori non partiranno prima del prossimo anno. Mi auguro quindi che per l’inizio del 2016 si possa velocemente metter mano a questi interventi definitivi e duraturi per la nostra spiaggia».

La recinzione installata l'estate scorsaUna vicenda quindi complessa, che come più volte abbiamo riportato sul nostro giornale parte da lontano. In merito, infatti, proprio alla struttura alberghiera che fa riferimento a Castiglione, costruita sulla collina che sovrasta Cava, fu presentata nel 2014 un’interrogazione parlamentare da parte di alcuni esponenti del Movimento Cinque Stelle. L’atto parlamentare rivolto ai rappresentanti del Governo, poneva l’attenzione sulle modalità che hanno portato alla costruzione, “in data successiva al 2003 e pertanto al di fuori di qualsiasi potenziale applicazione condonistica del nuovo complesso ricettivo alberghiero”, che secondo gli interroganti, “ha devastato una zona di inestimabile bellezza”. Si faceva riferimento alla presenza in detta area del vincolo paesaggistico ed al “regime di in edificabilità assoluta a trecento metri dalla costa, nonché al forte rischio idrogeologico presente sul territorio”.   Negli ultimi anni si sono susseguiti frane e smottamenti che hanno indotto l’amministrazione comunale ad emettere un provvedimento di chiusura dell’arenile nel 2014. Dopo tale provvedimento è iniziata la procedura del Comune per far avviare i lavori di messa in sicurezza, procedura che ha visto l’emissione di due ordinanze a firma del Dirigente del Servizio tecnico che imponevano di delimitare i tratti interessati dal pericolo, e di provvedere per  la messa in sicurezza. Dopo queste ordinanze sono susseguiti altri atti che l’Amministrazione ha predisposto in quanto non era stato completato l’iter della presentazione della documentazione per l’inizio dei lavori. Lavori sulla spiaggia di Cava dell'isola -  (ipotesi foto principale)A seguito di tale comunicazioni e dopo una fitta corrispondenza tra i privati e l’Amministrazione, come dichiarato dallo stesso Del Deo, si è proceduto con la procedura in danno. Questo ha sicuramente dato una “smossa” ai ritardi degli interventi e, ad oggi, si stanno avviando queste importanti procedure per la definitiva messa in sicurezza. Ovviamente restano ancora tanti interrogativi aperti sul tavolo della vicenda di Cava dell’Isola. Da quelli che sono stati evidenziati dall’interrogazione parlamentare, a tutt’ora senza risposta, a quelli relativi alle tempistiche. In molti pensano, infatti, che si poteva fare prima e fare meglio, e forse oggi Cava sarebbe già messa in sicurezza e completamente fruibile per i tanti turisti e giovani dell’isola. Ovviamente queste sono considerazioni che restano tali, ora sembra che la priorità non sia “la ricerca del colpevole” ma l’esecuzione dei lavori attesi da troppo tempo. Vedremo, dopotutto, come andrà a finire.