CON UNA PETIZIONE CHIESTA LA RIAPERTURA DEL BAR MARIA

33

Un gruppo di cittadini di Forio ha aperto una petizione su change.org per chiedere la riapertura del Bar Maria. Di seguito il testo integrale della raccolta firme che sarà poi trasmessa al sindaco Francesco Del Deo:


I sottoscritti, tutti titolari o gestori di attività commerciali  e residenti nel Comune di Forio, espongono:

E’ notizia di oggi che sia stata adottata nei confronti del “Bar Maria”, corrente in Forio alla Piazza Mattoetti nn. 15 e 16, ordinanza n. 96 del 3.6.2021, che dispone con decorrenza immediata la sospensione dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande in danno dell’indicata attività commerciale, per una serie di violazioni di natura amministrativa contestate nel corso del tempo.

Gli scriventi non intendono entrare nel merito delle singole contestazioni, sulle quali non hanno alcuna competenza di intervenire, ma sottopongono ai destinatari della presente le considerazioni che seguono, a tutela delle proprie attività commerciali e dell’immagine del paese intero.

Occorre, infatti, considerare che – grazie alla poderosa campagna vaccinale posta in essere dalla ASL NA 2 e dalla Regione Campania – l’isola d’Ischia che, come è noto, fonda la propria sopravvivenza sul turismo e sulle attività ad esso connesse, sta finalmente “riaprendo” per la stagione turistica 2021, come hanno provato le circa 45.000 presenze di vacanzieri registrate nel lungo ‘ponte’ appena trascorso. Il Comune di Forio, tra le sei municipalità isolane, è quello che ha contato più presenze, grazie anche alle numerose e variegate attività commerciali presenti sul proprio territorio ed, in particolare, sul corso principale, che lo rendono attrattivo per i turisti di ogni età e condizione.

L’ordinanza emessa nei confronti del ‘Bar Maria’, che di fatto equivale alla chiusura di uno storico locale insistente nel pieno centro turistico-commerciale, penalizza indirettamente tutte le attività del territorio, che beneficiano dell’apertura di quel locale, restando anch’esse aperte fino a tardi per consentire ai turisti di poter godere della presenza di tutti i negozi aperti per i propri acquisti e per evitare la sensazione negativa di passeggiare in un paese a luci spente.

Va anche considerato che la chiusura, disposta per ben venti giorni, ricadrebbe nel periodo temporale che occupano i festeggiamenti per San Vito, e ciò sarebbe vieppiù penalizzante per l’immagine turistica del paese intero.

Tanto premesso i sottoscritti, nell’invitare i destinatari della presente a tenere conto delle suesposte considerazioni, ancor più valide considerata la fase di emergenza sanitaria da Covid-19 in fase di superamento, da contemperare con la necessità di riavviare tutte le attività commerciali presenti sul territorio,

c h i e d o n o

che l’ordinanza suindicata sia revocata, a tutela dell’immagine turistica del paese e di tutte le attività commerciali del Comune di Forio, o che – in subordine – la grave misura della sospensione dell’attività ‘Bar Maria’ sia congruamente ridimensionata con riduzione del periodo di chiusura alla misura minima prevista dal TULPS.