CONDONI, RISPOLI: “DOPPIA AUTOCERTIFICAZIONE PER SMALTIRE LE PRATICHE E RILANCIARE L’ECONOMIA”

38

«I sindaci e le categorie economiche potrebbero promuovere gli “Stati Generali” qui a Ischia, per esaminare delle proposte di varia natura per il rilancio dell’economia locale e sottoporle al Governo e al Parlamento, tenendo presente le misure previste nel Decreto-rilancio. Conte vuole “reinventare” l’Italia, noi possiamo “reinventare” l’isola puntando sulla semplificazione». In una intervista rilasciata oggi a Il Golfo, il professor Francesco “Gigiotto” Rispoli lancia un’idea che possa definire le istanze di condono edilizio e cogliere allo stesso tempo le occasioni che l’attuale momento storico offre: «Per intercettare le risorse che il Governo e l’Europa stanno stanziando, è necessario puntare sulla definizione delle circa 25mila pratiche di sanatoria ancora giacenti. Penso a un meccanismo di “doppia autocertificazione” per alleggerire gli uffici tecnici e arrivare entro brevissimo tempo a definire tutte le istanze». Il docente universitario spiega:«Se per anni l’abusivismo era un “ammortizzatore sociale” che andava nella direzione di danneggiare il territorio, adesso possiamo e dobbiamo utilizzare l’edilizia nella direzione di riparare e ricostruire il territorio, innescando un circolo altamente virtuoso, senza controindicazioni. La risoluzione della questione-condoni consentirebbe di rilanciare l’economia attraverso il volano dell’edilizia».