CONFESERCENTI, ECCO I “PUNTI CALDI” PER I COMMERCIANTI DI CASAMICCIOLA


38

 

Dall’ultima riunione della locale Confesercenti è scaturita una lista di punti molto variegata ed eterogenea, a coprire tutti gli aspetti a tutela del buon andamento delle attività in quella è che la prima stagione del dopo-terremonto.  I commercianti di Casamicciola hanno infatti stilato una serie di argomenti, ma anche di criticità, che sono stati poi posti all’attenzione dell’amministrazione comunale:  controllo del territorio tramite vigili o l’associazione Carabinieri; pulizia del territorio; derattizzazione e disinfestazione; chiusura del traffico a orari di Corso Luigi Manzi e di via Principessa Margherita dalle 19 per i mesi di maggio e giugno e dalle 20 per i mesi di luglio ed agosto, con rimozione forzata per le auto in sosta negli orari di chiusura; chiarimenti riguardo le licenze date o richieste dalla ditta Ambrosino; individuazione di attrazioni in grado di attirare turisti sul territorio; allontanamento soggetti indesiderati; revoca di tutte le autorizzazioni a bancarelle e mercatini in genere; eventi musicali e non a piazza Bagni per un rilancio del commercio; miglioramento dell’arredo urbano con vasi e piante; chiarimenti sulla situazione parcheggi: in particolare relativamente agli autobus nel parcheggio dell’ancora, e i pulmini stanziati da anni all’interno del parcheggio del Pio Monte della Misericordia dal lato giostrine; distribuzione dei posti per disabili e parcheggi con disco orario, da sistemare vicino alla farmacia, vicino al “bar del porto”, alla gelateria “Di Massa” e accanto al “Capricho”. Come si vede, c’è tanta carne al fuoco, ma l’amministrazione sembra intenzionata a rispondere quanto prima a queste istanze. La Confesercenti ha anche lanciato la proposta per organizzare tre serate musicali alla settimana per il periodo che va da giugno a settembre, per le quali occorreranno le relative autorizzazioni, e se possibile anche il patrocinio comunale.