CORIVERDE, ALLE ANTICHE TERME COMUNALI L’ASSEMBLEA GENERALE

43

Il Comitato popolare spontaneo, sorto il 22/ 01/2023, sulla base del Manifesto per Casamicciola, sottoscritto da decine di intellettuali, operatori economici, giornalisti, professionisti, si da’ una forma istituzionale con un proprio Statuto e Regolamento e con un proprio esecutivo con divisione di compiti operativi. Restando convinti che dalla Ricostruzione di Casamicciola non si possa prescindere per la Rigenerazione urbana di tutta l’isola, intendiamo però moltiplicare le risorse umane, gli iscritti, i militanti al fine di ampliare la sfera di interessi ed intervento e di reimpostare le basi di sviluppo economico, sociale e civile dell’intera isola, orientandolo alla sostenibilità, alla sicurezza dei cittadini e alla preservazione del patrimonio naturale, storico, architettonico e artistico. Il comitato e’ consapevole che, per risolvere lo storico problema dell’abusivismo edilizio, non bastano decisioni degli enti locali o regionale, potendo essere risolto solo a livello governativo e parlamentare, ma e altresi’ conscio che possiamo agire efficacemente sull’ ” abusivismo nuovo”, che esiste, persiste e va ad aggravare il contenzioso storico, rendendolo ancora più irrisolvibile, se non frenato in tempo. Il Comitato vuole lavorare sulla coscienza dei cittadini, con lo stimolo alle amministrazioni locali e in collaborazione con le forze dell’ordine che operano sull’isola.
Chiamiamo tutti all’Assemblea Generale di sabato: invitiamo Sindaci, assessori, consiglieri comunali, invitiamo pubblicamente il Commissario Straordinario Giovanni Legnini, il Direttore dell’area Protetta Marina Antonino Miccio, le Forze dell’ordine, le Associazioni culturali, il Fronte Unito delle Associazioni ambientaliste, le categorie economiche, i Sindacati, le Associazioni di Volontariato, le guide turistiche, con i quali tutti vogliamo portare avanti il Progetto di Parco Regionale del Monte Epomeo, ai sensi della L.R. n.33 del 1/ 9/ 1993. Il Parco dell’Epomeo e’ un passo fondamentale per mettere in sicurezza la parte alta dell’isola, la cui precarietà minaccia la sicurezza degli abitati a valle; per preservare l’ultima roccaforte naturale da nuova speculazione edilizia; per rigenerare il patrimonio arboreo; per ripristinare e migliorare i sentieri di montagna, ai fini turistici ma anche ai fini agricoli e di recupero di terreni incolti o abbandonati. Ma il Parco dell’Epomeo è solo il primo importante passo, poi intendiamo contribuire a risolvere il problema abitativo dei terremotati e alluvionati che , forzatamente o volontariamente, saranno delocalizzati dalla zona più critica; vogliamo contribuire a riconvertire l’isola a un turismo soft e rispettoso, combattendo il traffico privato eccessivo nonché l’incidentalita’ stradale, i rumori molesti, il degrado dei centri urbani e delle periferie, gli inestetismi.
CO.RI.VERDE ha bisogno del contributo di tutti per una nuova Isola Verde!
Ischia ha bisogno del tuo contributo.