CUDAS, NUOVO APPELLO PER L’IDROAMBULANZA


15

Ieri il Cudas (Comitato Unitario per il Diritto alla Salute), tramite la presidente Gianna Napoleone, ha provveduto ad inviare via mail una lettera al direttore generale dell’Asl Na2 Nord, Antonio D’Amore, al direttore sanitario del “Rizzoli”, Luigi Capuano, e al comandante del Circomare Ischia sullo stato della dotazione e dell’equipaggiamento sanitario dell’idroambulanza assegnata alla nostra isola.

Nella missiva, firmata dalla presidente Gianna Napoleone, si legge quanto segue: “Gentili Signori, la condizione di insularità che rende necessari i trasferimenti di emergenza in terraferma per le patologie che non possono essere risolte nel nostro ospedale isolano, impone che il natante adibito a tale fondamentale servizio salvavita sia sempre al massimo dell’efficienza tecnica e con una appropriata dotazione di apparecchiature e presidi sanitari pronti all’uso. Un’esigenza tanto più imprescindibile ora che stiamo entrando nella stagione in cui le condizioni meteo potrebbero rendere a volte impossibile il ricorso all’elicottero, lasciando il trasporto via mare come unica alternativa possibile. Alla luce di ciò, chiediamo che una delegazione del nostro Comitato, accompagnata dal personale sanitario che vi presta servizio, possa visitare l’idroambulanza assegnata alla nostra isola, al fine di verificare se vi siano disponibili tutte le dotazioni necessarie a garantire l’assistenza più adeguata e efficiente ai pazienti che dovranno essere trasferiti in terraferma. Confidando in una sollecita e positiva risposta, porgiamo cordiali saluti”.