DAL BASKIN ALLA PROFESSIONE DI BARMAN: LA STORIA DI VINCENZO, RAGAZZO CON LA SINDROME DI DOWN

6

di Gennaro Savio

Quella che vi stiamo per raccontare è una straordinaria storia di integrazione nel mondo del lavoro. Il protagonista è Vincenzo, ragazzo ventunenne ischitano con sindrome di down. Ebbene, dopo aver tenuto vari stage formativi in alberghi e strutture ricettive dell’isola d’Ischia durante il suo percorso di studio terminato con il conseguimento del diploma presso l’istituto professionale “Telese” di Ischia, da oltre un mese Vincenzo lavora a Forio, presso “La Locanda di Vito”, rinomato ristorante-pizzeria che affaccia sull’incantevole Baia di Citara. La mansione che svolge è quella di aiuto barman, ma la sua incredibile voglia di imparare nuovi mestieri, di tanto in tanto lo spinge a passare dal bancone del bar a quello della pizzeria dove prepara pizze e focacce. Ma il suo forte è la preparazione di drink e cocktail di cui ci svela anche qualche particolare. “Io – ha esordito Vincenzo – mi occupo di sala bar. Tengo il bar in ordine, faccio la lavastoviglie, servo le bevande e preparo i cocktails. Il mio cocktail preferito è il Negroni che si prepara con il gin, il vermouth rosso, il campari, il ghiaccio e una fettina di arancia. Un altro cocktail che preparo sempre è l’aperol spritz con i seguenti ingredienti: aperol, prosecco, soda, ghiaccio e limone”. Vincenzo è un ragazzo attivissimo nella società. Per lui non solo lavoro e impegni vari, ma anche tanto sport. “Pratico molti sport – ha sottolineato Vincenzo. Faccio Baskin, equitazione e nuoto. Il baskin – specifica – si gioca insieme tra ragazzi normodotati e disabili. Sono uscito sul giornale perché siamo diventati campioni interregionali”. I genitori di Vincenzo sono felici per come il figlio è stato accolto presso La Locanda di Vito. “Noi siamo veramente contenti – ha sottolineato l’Avv. Luciano Trifogli papà di Vincenzo – per come Vincenzo sia stato accolto da Vito e da tutto il suo staff in maniera veramente encomiabile. Vincenzo è un ragazzo capace che ha affrontato anche un percorso di studio per specializzarsi proprio in questo settore ed è particolarmente contento di lavorare presso La Locanda di Vito dove ha trovato uno staff con cui lavora in sinergia e che gli permette non solo di esprimere quelle che sono le sue potenzialità, ma soprattutto, di integrarsi pienamente in questo difficile mondo del lavoro. Noi ringraziamo ancora Vito e tutti i suoi fratelli ed il suo staff perché sono stati squisiti al pari dei piatti che vengono serviti in questa Locanda”.

L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PHOTOGALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il datore di lavoro, Vito Calise, tesse le lodi di Vincenzo, barman scrupoloso con doti professionali eccezionali. “Ci tengo a dire – ha affermato Vito Calise – che Vincenzo prima di venire nel mio locale ha fatto vari stage e ha già lavorato in varie strutture dell’Isola e questa è una bella cosa. In questo periodo dell’anno sta facendo questa nuova esperienza presso la nostra Locanda, una locanda ischitana dove Vincenzo, ragazzo eccezionale, è bravo nello svolgere le sue mansioni. E per me e per il mio staff è un onore ed un orgoglio avere ragazzi come lui. Il nostro lavoro – ha concluso Vito – deve essere perfetto perché attraverso il nostro lavoro dobbiamo regalare un’emozione agli ospiti ed in questo Vincenzo mi sta dando una grossa mana”. Cosa aggiungere. A Vincenzo vanno le nostre congratulazioni e l’augurio di una vita ricca di successi e di grandi soddisfazioni.