DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO, UFFICIALE: BARANO RICORRE AL TAR

2

Il sindaco di Barano Dionigi Gaudioso lo aveva annunciato ed è stato di parola. Il Comune collinare ricorrerà al Tar per protestare contro il dimensionamento scolastico varato dalla Regione Campania che di fatto ha accorpato l’istituto Anna Baldino al locale circolo didattico. Con una delibera di giunta votata da primo cittadino e assessori è stato infatti deciso di muoversi in tal senso affidando incarico al noto legale Bruno Molinaro che sarà chiamato a far valere le ragioni dell’ente. Le decisioni adottate da Palazzo Santa Lucia avevano visto subito Gaudioso esprimere il proprio dissenso: in particolare il sindaco baranese aveva sottolineato come erano stati ignorati i vantaggi che un decreto ministeriale concedeva alle realtà territoriali insulari e il fatto che l’accorpamento non avrebbe riguardato istituti con più di 400 iscritti e la scuola Baldino figura tra questi. Una discriminazione palese, visto che poi altrove – ad esempio Massalubrense, che pure si trova in terraferma – non ci si è regolati alla stessa maniera. Un modus operandi sul quale Dionigi Gaudioso non ha inteso rimanere a guardare affidandosi alla magistratura amministrativa. Ricordiamoci che sull’isola c’è un’altra “vittima” del dimensionamento, la scuola media Giovanni Scotti di Ischia.