DIVIETO DI ACCESSO NEI LOCALI, IL QUESTORE PUNISCE ANCHE DISORDINI A ISCHIA

11

Tra il 2020 e il 2021 il questore di Napoli ha emesso 8 provvedimenti di Divieto di accesso ai pubblici esercizi o locali di pubblico trattenimento nei confronti di altrettanti napoletani tra i 18 e i 42 anni segnalati per reati in materia di stupefacenti. Gli 8 destinatari dei provvedimenti negli ultimi due anni si sono resi responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti in largo San Giovanni Maggiore, via Medina e piazza Bellini, zone del centro storico frequentate da molti giovani e caratterizzate da un’elevata concentrazione di esercizi pubblici. Inoltre, sono stati emessi 14 provvedimenti di Divieto di accesso ai pubblici esercizi o locali di pubblico trattenimento nei confronti di 14 persone tra i 16 e i 42 anni, di cui uno straniero, che negli ultimi due anni si sono rese responsabili di disordini avvenuti in pubblici esercizi e ai locali di pubblico trattenimento o per delitti contro la persona nella zona dei baretti di Chiaia, via Partenope, largo San Giovanni Maggiore, piazza Bellini, via Rossini, piazza Quattro Giornate, corso Garibaldi a Portici e al porto di Ischia. Tali provvedimenti, istruiti e predisposti dalla Divisione Polizia anticrimine della Questura, prevedono il divieto di accedere ai pubblici esercizi e ai locali di pubblico trattenimento ubicati nelle zone degli avvenimenti e nelle strade adiacenti nonché di stazionare nelle immediate vicinanze degli esercizi e dei locali delle aree interessate.