DIVIETO DI SBARCO 2024, A ISCHIA STOP ALLE AUTO CAMPANE DAL 29 MARZO AL 31 OTTOBRE

2

Missione compiuta, sia pure con tutti i patimenti del caso. Alla fine, nonostante sei diverse delibere di giunta comunali capaci incredibilmente di non convergere quasi in nulla, il ministero per le infrastrutture e i trasporti guidato dal leghista Matteo Salvini ha partorito il divieto di sbarco per la stagione 2024 per l’isola d’Ischia. Il dado è tratto: dal 29 marzo al 31 ottobre 2024 sono vietati afflusso e circolazione nei sei Comuni di autoveicoli, motoveicoli o ciclomotori appartenenti a persone residenti nel territorio della Regione Campania con eccezione ovviamente della popolazione stabile. Come al solito non mancano le deroghe come lo sbarco di un’autovettura per nucleo familiare per chi dimostrerà di dimorare in un albergo o abitazione privata in un periodo di tempo compreso tra i 7 e i 15 giorni a Barano, Serrara Fontana, Casamicciola Terme e nella frazione foriana di Panza. Per quanto riguarda invece la vicina isola di Procida sempre il ministro ha disposto la validità del divieto di sbarco dal 23 marzo 2024 al 27 ottobre. Tra le deroghe segnaliamo quella che riguarda veicoli appartenenti a proprietari e affittuari per l’intero anno solare di abitazioni ubicate nel territorio dell’isola che risultino iscritti nei ruoli comunali della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e ancora quella che invece interessa i veicoli appartenenti e condotti da persone iscritte all’elenco dei cosiddetti ‘figli di Procida’ ed in possesso di apposito tesserino.