ELEZIONI CONSIGLIO DELL’ORDINE AVVOCATI, CELLAMMARE RINGRAZIA I COLLEGHI


56

Anche se l’avvocato Francesco Cellammare non è riuscito nell’impresa di essere eletto tra i 25 nuovi componenti del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, il risultato complessivo dell’avventura non è stato negativo, con quasi seicento preferenze. Il presidente dell’assoforense isolana ha così commentato ieri sera l’esito delle urne: “Auguri ai neoeletti Consiglieri. Ringrazio i 573 Colleghi che mi hanno accordato la loro fiducia e sono rammaricato per il disagio che oltre 200 Avvocati Ischitani e numerosi Avvocati di Capri e Procida hanno dovuto patire per recarsi al voto con il mare agitato e la sospensione delle partenze degli aliscafi, dimostrandomi grande affetto e stima. Cercherò di impegnarmi sempre al massimo per un ideale che ci abbraccia tutti. Ringrazio gli amici di Napoli che in tanti hanno voluto darmi una mano. Ci abbiamo creduto fino alla fine. Un forte in bocca al lupo a chi ci rappresenterà per i prossimi 4 anni. Che siano anni di rilancio della nostra martoriata Professione! Ad majora”. Stamane, attraverso i suoi canali social Cellammare ha compiuto un’analisi più meditata: “Cari Colleghi, l’Associazione Forense e l’Avvocatura Ischitana hanno vinto! Al di là dell’attestato di stima nei miei confronti che mi da la forza di andare avanti, La vostra partecipazione democratica non ha precedenti ed ha più che triplicato quella di sempre. Più di 200 Avvocati Ischitani, più di 250 Avvocati isolani al voto non si erano mai visti. Questa è una grande VITTORIA per tutti noi ed è la dimostrazione di una grande UNITÀ e del calibro elettorale delle nostre tre isole, ancorché sminuito da una settimana di mare in tempesta e dal picco di influenza che hanno impedito ad almeno altri 150 Avvocati di poter esercitare il diritto di voto. Partiamo da questo dato per invocare nuovamente a gran voce i seggi telematici sulle isole e speriamo che i nuovi vertici del COA ne prendano atto riconoscendo anche a noi isolani finalmente paritario diritto di accesso al voto. Vi ringrazio tutti per averci voluto credere e per la vostra poderosa e convinta spinta verso un traguardo che storicamente non abbiamo mai raggiunto ma che stavolta avremmo meritato”.