ELIPORTO, DALL’ASL AL COMUNE UN ACCONTO DI 150MILA EURO PER I CANONI ARRETRATI


26

Si è sbloccato lo stallo tra il Comune di Casamicciola e l’Asl Napoli 2 Nord. L’ente guidato dal direttore generale Antonio D’Amore ha infatti varato la determina che stanzia 150mila euro a favore del Comune termale come acconto dei vari canoni arretrati dovuti per il finanziamento della gestione dell’elisuperficie “Giovanni Paolo II” sulla Litoranea, con l’annesso servizio di elisoccorso diretto a garantire l’indispensabile trasporto d’urgenza dei pazienti dal vicino ospedale Rizzoli alla terraferma. Come si ricorderà, finora l’ente del Capricho fin qui aveva anticipato la bellezza di quasi mezzo milione di euro per un servizio che interessa tutti i Comuni dell’isola. Nonostante diversi solleciti, dall’Asl non erano ancora arrivati i fondi per coprire i canoni semestrali del 2016, 2017 e 2018, cosa che aveva indispettito non poco il sindaco Castagna, il quale aveva poi lanciato una sorta di ultimatum all’Asl: o si pagano i canoni arretrati oppure il Comune sarà costretto a sospendere il servizio di elisoccorso. Un servizio che ha salvato la vita a tantissime persone, specialmente nella fascia oraria notturna quando non si potrebbe raggiungere in altro modo i nosocomi della terraferma.