COSI’ PARLO EMIDDIO: “IL BAR CALISE? CHIUDERA’ ALLA MIA MORTE”

407

«E’ vero, ho detto che sto per chiudere e che i miei problemi economici sono noti a tutti, ma ho anche aggiunto che non mi fanno paura. Se sarà necessario vendo un’altra proprietà, ma non alzerò mai bandiera bianca. Questa è la mia origine, la mia storia, la mia vita: si chiuderà quando non ci sarò più…». Parole di Emidio Calise, l’imprenditore titolare dell’omonima impresa di ristorazione, un simbolo di Ischia, rilasciate oggi in una intervista a Il Golfo. «Ho ricevuto tante offerte, avrei potuto anche scrivere la cifra, mettere io tutto nero su bianco. Calise fa gola a tanti, c’è stato anche chi ha proposto una compartecipazione, dicendosi disposto a lasciarmi dentro fino alla mia morte, ma non ne ho voluto sapere. E non me ne pento». E precisa: «Non è vero che non ho mai pensato di passare la mano ai miei congiunti. Ma i miei nipoti, per circostanze diverse, non hanno inteso o potuto mettere le tende sull’isola, avendo interessi lavorativi ed affetti in Australia. Diversamente non avrei esitato, chi sostiene il contrario afferma il falso»