FERRAGOSTO E SICUREZZA IN MARE, I CONSIGLI DELLA GUARDIA COSTIERA


349

C.S. – È arrivato il lungo ponte di Ferragosto e la Guardia Costiera di Ischia, in considerazione della previsione di una crescente affluenza nei siti balneari rientranti nella propria giurisdizione, fa appello alla prudenza ed al buon senso di tutti coloro che trascorreranno una giornata di mare lungo i litorali e le baie dell’Isola d’Ischia.

La Guardia Costiera, impegnata intensamente sul fronte della sicurezza in mare e sulla vigilanza ambientale nell’operazione “Mare Sicuro 2017” (organizzata dal Comando Generale delle Capitanerie di porto e coordinata a livello regionale dalla Direzione Marittima della Campania), ricorda l’importanza del rispetto delle principali regole e norme di sicurezza in mare, soprattutto in questo lungo ponte di Ferragosto.

Si richiama quindi l’attenzione di tutti (bagnanti, diportisti, subacquei, pescatori sportivi e non, operatori), perché le belle giornate di mare sulle spiagge dell’Isola rimangano tali, evitando spiacevoli episodi.

Si ricorda che il metodo principale di prevenzione è sicuramente l’amore per se stessi e non portare all’eccesso le forme di divertimento che normalmente animano i periodi di vacanza. In particolare le attività diportistiche sportive e ludico ricreative devono essere svolte nel pieno rispetto della vigente normativa che le disciplina, in osservanza del comune buon senso e tenendo conto altresì che il mare è, di per sè, un elemento naturale che deve essere sempre rispettato, goduto e mai sfidato con superficialità ed imperizia.

La gran parte degli incidenti spesso si verificano proprio per la scarsa attenzione prestata dai bagnanti e diportisti alle principali regole di prudenza e buon senso e, in alcuni casi, alle difficili condizioni meteorologiche che sono peggiorate cogliendoli impreparati.

A tale scopo si evidenzia come una giornata di mare possa essere trascorsa serenamente e – si ribadisce – senza dover sfidare le condizioni del mare che può assumere, anche repentinamente, cambiamenti improvvisi di forza e direzione.

Tra i più importanti consigli forniti ai bagnanti si citano quello di non allontanarsi in modo eccessivo dalla costa sopravvalutando pericolosamente in tal senso le proprie capacità fisiche e sottovalutando le condizioni meteo in atto e di prestare la massima attenzione quando viene esposta la bandiera rossa che indica pericolo per la balneazione. Prestare quindi sempre la massima attenzione ai consigli e raccomandazioni eventualmente fornite dagli assistenti bagnanti che ricoprono comunque un servizio di pubblica necessità.

Si ricorda inoltre che presso le strutture balneari è affissa l’Ordinanza Balneare n° 34/2017 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia, che prevede le “regole” per una sicura balneazione e, tra l’altro, il corretto utilizzo della zona di mare riservata ai bagnanti.

In particolare, è vietato il transito di unità navali nella fascia di mare fino a 200 metri dalla battigia, delimitata da apposite boe di colore rosso/arancione, che durante la stagione estiva è prioritariamente riservata alla balneazione.

Le unità navali possono accedere alla battigia – peraltro solo per il tempo strettamente necessario per il trasbordo di passeggeri o lo scarico di merci, essendo vietata la sosta – percorrendo a lentissimo moto, laddove presenti, i corridoi di lancio appositamente previsti e segnalati; in assenza di corridoi di lancio, è obbligatorio spegnere il motore, sollevarlo e procedere a remi prestando sempre la massima attenzione in presenza di bagnanti.

Si ricorda, inoltre, che le unità a motore devono percorrere la fascia di mare tra i 300 ed i 1.000 metri dalle spiagge ad una velocità non superiore ai 10 nodi e comunque con lo scafo in dislocamento.

 

Con specifico riferimento alle attività di immersione subacquea si richiamano invece i contenuti della vigente Ordinanza n. 38/2013 in data 28/05/2013 emessa dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia “Svolgimento delle attività Subacquee non professionali, nelle acque del Circondario Marittimo di Ischia”, la quale detta specifiche modalità affinchè dette attività vengano svolte in sicurezza.

Importantissimo, che le unità in navigazione si tengano ad una distanza di almeno 100 metri da eventuali subacquei, i quali dovranno comunque segnalare la presenza in acqua tramite apposito pallone galleggiante con bandierina rossa e striscia diagonale bianca (restando, a titolo prudenziale, entro i 50 metri dal suddetto segnalamento).

Prima di intraprendere la navigazione, è infine opportuno consultare i bollettini meteomarini ed informarsi sulle ordinanze marittime locali (consultabili presso gli uffici delle Capitanerie di porto o reperibili anche su Internet al sito www.guardiacostiera.gov.it) che possono imporre limiti, divieti o prescrizioni per la navigazione in determinate aree.

Per qualunque segnalazione ed emergenza in mare si ricorda il canale 16 del VHF marino ed è sempre attivo il numero blu per le emergenze in mare 1530, gratuito da telefono fisso o da cellulare: numero gratuito che accende i motori della Guardia Costiera e permette di reprimere eventuali comportamenti illeciti, per un “Ferragosto sicuro”.

Nel raccomandare la massima prudenza e buon senso in mare, la Guardia Costiera di Ischia augura a tutti i cittadini dell’Isola, ai professionisti del settore marittimo e portuale e ai turisti un buon ponte di Ferragosto.

SHARE