FORIO, A BREVE LA RIAPERTURA DELLA CHIESA DEL SOCCORSO


79

La Chiesa del Soccorso aveva decisamente bisogno di lavori di ristrutturazione e per riportarla al consueto e candido splendore non c’era proprio alternativa. Ora, a diversi mesi dall’inizio delle operazioni di rimessa a nuovo, iniziati lo scorso 11 marzo, la bella e unica chiesa di Forio, orgoglio isolano e meta prediletta di migliaia di turisti, è tornata finalmente al suo memorabile splendore. I lavori sono stati affidati all’inizio della primavera alla ditta “Restauri American srl e si sono concentrarti sulla rimozione dell’intonaco e la loro sostituzione.

Tante erano le cicatrici sulla facciata della chiesa foriana, vittima degli agenti atmosferici. In pieno inverno le ferite sulla facciata della chiesa bianca erano profonde ed evidenti. Talmente radicate da apparire come una malattia sul volto della chiesa dalle mille suggestioni, luogo da sogno per cerimonie indimenticabili e fonte di emozioni sempre rinnovate. Ritorna finalmente al suo giusto splendore la chiesa che 17 anni fa diede il benvenuto al primo papa, Giovanni Paolo II, che ha messo piede sull’isola. Il bianco della chiesa del soccorso è posto costantemente sotto  l’attacco di chi, complice anche il luogo isolato, non sempre frequentato, non ha il massimo rispetto per la struttura che dovrebbe rimanere immacolata e non diventare una tela per writers improvvisati, come invece spesso è accaduto, costringendo poi l’amministrazione a correre ai ripari e ridonare alla chiesa che si affaccia sul mare e sul tramonto di Forio, lo splendore che merita.