FORIO, AL VIA LA FORMAZIONE DEI 23 VOLONTARI PER IL SERVIZIO CIVILEnE

0

Nella mattinata di ieri ha avuto inizio il nuovo percorso formativo del servizio civile bandito dal Comune di Forio con Ente proponente: UNEC – Unione Nazionale Enti Culturali. Due i progetti a cui prenderanno parte i 23 ragazzi risultati idonei. Mai più soli che vede un servizio di assistenza per Adulti e terza età in condizioni di disagio  e Paese mio Patrimonio storico, artistico e culturale con la Valorizzazione dei centri storici minori. Per il progetto “mai più soli” sono stati selezionati: Amalfitano Caterina,  Raia Maria, Morgera Roberta, Celebrin Alessandro,  Iacono Anna,  Di Maio Emanuele,  Di Maio Francesco Paolo e  Medefai Miryana. Per la graduatoria “Paese mio”: D’Abundo Valeria,  Di Meglio Maria,  Monti Elvira,  Capuano Michele,  Azar Gloria,  Piro Michele,  Morgera Stanislao,  D’Ascia Giulia,  Iacono Martina,  Iacono Myriam,  Mattera Michele e D’Ambra Andrea. Scopo del progetto “mai più soli” è quello di migliorare le condizioni di vita degli anziani e delle reti familiari ad essi collegate. Il progetto, come è ovvio, non si occuperà di assistenza sanitaria in senso stretto, anche se agli anziani bisognosi di questa tipologia di assistenza (garantita loro dal sistema sanitario nazionale, attraverso personale specializzato) sarà rivolta la giusta attenzione per la gestione delle pratiche quotidiane, offrendo loro conforto morale e compagnia. Un’attività che abbiamo visto svolgersi anche nel comune di Barano dove i giovani del Comune si erano proposti a svolgere commissioni quotidiane agli over 65 e ai portatori di handicap: fare la spesa, pagare bollette, ritirare ricette mediche o medicine. L’altro progetto, invece, ha come obiettivo generale quello di promuovere e valorizzare i beni culturali ricadenti nei centri storici minori interessati, rendendo tali risorse forza viva nei territori coinvolti.