FORIO, CAVA “PROIBITA” NELLE NOTTI DI FERRAGOSTO


46

Il Ferragosto, da ormai tempo immemore, è uno di quegli appuntamenti che i giovani isolani e i numerosi ragazzi ospiti dell’isola scelgono di passare sulla spiaggia di Cava dell’isola. Chitarre, casse delle stereo, ma anche di birra vengono trasportare con grande spirito di allegria fin giù a una delle spiagge più selvagge che sia possibile frequentare sul territorio isolano. Nell’arco di poche ore, subito dopo l’imbrunire, la spiaggia si illumina quasi a giorno per i numerosi falò che vengono ravvivati per tutta la notte.

“La linea dell’amministrazione comunale di Forio è chiara: l’accensione dei fuochi sull’arenile rappresenta un danno per l’ambiente e costituisce pericolo per la pubblica e privata incolumità, anche in prossimità di insediamenti in legno o in prossimità di dune cespugliose. In passato – ricorda la premessa dell’Ordinanza n.142 – nei giorni successivi alla festività di Ferragosto, l’arenile si presentava pieno sia di rifiuti, sia di residui dei numerosi falò abbondanti sull’arenile. L’uso avvenuto negli anni precedenti di strumenti musicali di elevata potenza, inoltre, con disturbo della quiete pubblica e con emissioni di onde sonore oltre il limite della tollerabilità, crea pregiudizio all’equilibrio naturale dei luoghi.” Considerazioni che anno dopo anno non hanno mai convinto l’esercito di giovani ad abbandonare la località per festeggiare, spesso fino all’alba, una degli appuntamenti più sentiti della bella stagione.

Ma per il Comune di Forio, tenuto conto di quanto evidenziato, è doveroso vietare, per motivi di sicurezza pubblica ed emergenze sanitarie, sull’arenile di Cava dell’isola, qualsiasi forma di accesso, sosta, campeggio, bivacco e accensione di fuochi, nonché l’apporto di qualsiasi materiale infiammabile per l’accessione dei fuochi. E non è solo il Ferragosto ad essere considerato off-limits: le sere del 13, 14 e 15 agosto, dalle ore 21 alle ore 08.00 del mattino l’accesso sarà interdetto. Pagano insomma anche coloro che vorrebbero godere della spiaggia anche soltanto per una passeggiata al chiaro di luna o per trovare rifugio dall’inquinamento luminoso, diffuso un po’ in tutto il territorio isolano, in modo scorgere nel cielo notturno qualche testimonianza del passaggio delle Perseidi, le “stelle cadenti” che saranno ben visibili dal 10 agosto in poi.