FORIO, IL MESSAGGIO DI FINE ANNO DEL SINDACO FRANCESCO DEL DEO


41

Cari Concittadini,

E’ questo il periodo dell’anno in cui ci si ferma e, con tranquillità, si riflette su quanto realizzato nell’anno che stiamo per salutare e su come affrontare, al meglio, le tante sfide che il nuovo anno già ci propone.

Viviamo in un’epoca i cui equilibri sono molto precari, dilaniata da guerre e atti di violenza che colpiscono maggiormente le fasce più deboli della popolazione mondiale; uno scenario che costringe sempre più persone ad abbandonare la propria nazione d’origine alla ricerca di una possibilità di vita migliore. A tutti quei bambini, alle giovani donne e agli uomini che giungono, in vario modo, come migranti in terra straniera auguro che il nuovo anno porti l’inizio di una stagione di pace.

Il 2017 è stato per l’intera isola un anno molto particolare in cui ci siamo trovati ad affrontare emergenze e situazioni molto dure.

Non posso non pensare, infatti, al sisma che ha colpito la nostra isola lo scorso 21 agosto 2017, le cui ferite sono ancora ben visibili anche nel comune di Forio. Un evento tragico che ha segnato la vita di migliaia di isolani che, purtroppo, a seguito della scossa hanno perso i propri beni e non solo. A loro va tutto il nostro affetto, mio personale, quello dell’intera amministrazione comunale e dei miei concittadini.

In quella occasione abbiamo dimostrato di sapere essere ancora comunità, impegnandoci tutti insieme per la risoluzione di alcune problematiche emerse anche su immobili foriani. Abbiamo proceduto ad effettuare lavori di messa in sicurezza ed eliminazione dei pericoli per la pubblica e privata incolumità con un occhio di riguardo verso le scuole, uno dei pilastri fondamentali, assieme alla sanità, della nostra società.

E proprio le scuole, di ogni ordine e grado, sono state tra le destinatarie di alcuni dei provvedimenti emessi nell’arco dell’anno, che ne hanno migliorato i servizi e ampliato l’offerta formativa. Mi riferisco, ad esempio, alla riapertura della sede dell’Istituto Nautico nel cuore di Forio o al restyling ed efficientamento di altri plessi (come il Luca Balsofiore, il Santa Caterina e l’IC. D’Abundo e Avallone), frequentati dalla nostra numerosa popolazione scolastica di ogni ordine e grado.

Con non pochi sacrifici, e solo grazie ad una attenta gestione oculata della macchina amministrativa, poi, abbiamo portato a conclusione molti progetti iniziati negli anni precedenti della nostra amministrazione e avviato le giuste procedure per la soluzione di tanti problemi che attanagliavano, da sempre, il paese.

Tra le opere compiute, ad esempio, vi è la creazione della linea pluviale nella parte alta del comune, così da porre rimedio agli allagamenti che avvenivano ad ogni temporale e che rendevano le aree interne e costiere davvero impraticabili. Ad esempio, a seguito dei nostri interventi, da circa tre anni non vi è più lo sversamento di acque reflue e liquami nell’area delle Pietre Rosse, cosa che avveniva anche in piena estate.

Ma non solo. Siamo riusciti a concludere il progetto del restauro del Molo Borbonico, vero fiore all’occhiello della linea costiera foriana, partecipando, con la nostra amministrazione, al bando europeo indetto il 15 luglio del 2013; abbiamo consegnato una nuova e moderna sala polifunzionale ai Marinai d’Italia e siamo intervenuti su molte arterie stradali comunali e tante altre saranno oggetto di intervento da qui a breve, un ritardo, questo, dovuto soltanto alla mancanza di risorse finanziarie da impiegare.

Grandi e piccoli progetti, resi possibili grazie ad una giusta politica di risanamento delle finanze comunali, lasciate dalle passate amministrazioni in stato davvero pietose, e ai finanziamenti intercettati presso la Regione Campania e la Comunità Europea.

Grazie a questi interventi il comune di Forio, negli ultimi anni, è tornato ad essere il centro dell’offerta di eventi dell’isola, basti pensare ai grandi eventi e concerti di piazza che, sia d’estate che d’inverno, registrano il tutto esaurito, come anche le fortunate manifestazioni che permettono a turisti e residenti di entrare in contatto con le nostre tradizioni, tutte da salvaguardare e tutelare.

Un ringraziamento, per questo, lo rivolgo alle tante associazioni territoriali, composte anche da tantissimi giovani, che giorno dopo giorno si impegnano nella realizzazione di progetti legati alla nostra terra.

Dal nostro insediamento, ormai più di 4 anni fa, sono stati investiti sul territorio circa 9milioni di euro. Una cifra importante che ci ha permesso di realizzare progetti fondamentali e gettare le basi per futuri interventi.

Nelle prossime settimane, infatti, prenderanno il via molti altri progetti e saranno aperti altri, strategici, cantieri (che per i malpensanti saranno considerate opere in vista delle elezioni).

Dal parcheggio di Monterone, il cui I lotto è in fase di completamento e il II lotto sarà assegnato a breve, all’area del parcheggio Cenerentola, dove vi sarà un intervento di migliore distribuzione degli spazi e riqualificazione con la realizzazione di un vero parco giochi destinato anche ai bambini diversamente abili, passando per l’inizio dei lavori presso lo storico “Vecchio Municipio” (che tornerà ad ospitare gli uffici comunali quanto prima) e per i lavori presso il piazzale Cristofaro Colombo. Grande attenzione, poi, anche all’ambito cimiteriale, con la creazione, nel primo trimestre del nuovo anno, di nuovi loculi e spazi per le urne cenerarie e alla linea costiera, con l’avanzamento del progetto, isolano, di ripascimento degli arenili.

E non solo. Quanto prima sarà presentato, in Giunta Comunale, il nuovo Piano Regolatore Comunale, dispositivo fondamentale per una corretta gestione del territorio e che è atteso da circa 40 anni.

Interventi, questi che mirano ad un miglioramento del territorio che va di pari passo con la promozione del comune di Forio, e con esso dell’intera isola, attraverso le fiere internazionali di settore. Non è un caso che dopo le partecipazioni a fiere turistiche in territorio tedesco, la percentuale di turisti provenienti dal Centro Europa sia nettamente aumentata, a testimoniare come questo sia il giusto percorso per la riconquista, da parte dell’isola intera, della sua posizione di leader nel settore turistico internazionale.

In conclusione una riflessione va fatta riguardo il risanamento delle finanze del comune di Forio. Ad oggi l’ente comunale ha pagato debiti (pregressi) per circa 10 milioni e mezzo di euro e, a maggio, è probabile che si arriverà ai 12 milioni di euro. Cifre molto alte che, se fossero state spese in modo diverso e per il paese, avrebbero potuto portare alla realizzazione di ben altri progetti con ricaduta più che positiva sul territorio comunale.

La mia amministrazione, è bene ricordarlo, nel 2013 è partita con un debito di circa 28 milioni di euro, che speriamo attraverso la chiusura delle due società partecipate, “Pegaso” e “Torre Saracena” di ridurre a circa 7 – 8 milioni di euro. Un risanamento delle finanze comunali che è stato realizzato senza aumentare la tassazione ai cittadini, ma solo con una attenta ed oculata gestione delle risorse da parte di questa maggioranza.

Abbiamo percorso, assieme, una lunga strada fatta di tanti piccoli e grandi progetti, e continueremo su questa scia, con interventi che renderanno il nostro territorio sempre più vivibile e all’avanguardia per noi e per i tanti turisti che ci scelgono, di anno in anno, per le proprie vacanze.

Il 2018 sarà un anno pieno di novità e di avvio di progetti, un anno in cui lavoreremo, come sempre, fianco a fianco per il bene di Forio.

 

Auguri di cuore,

il Vostro Sindaco Francesco Del Deo