FORIO RENDE ONORE ALLE FORZE ARMATE, IL MESSAGGIO DI DEL DEO

6

Per celebrare la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate nel 150mo anniversario della fondazione del Corpo degli Alpini le strade del Comune di Forio sono state “invase” da tantissimi bambini che, con un tricolore ben stretto tra le mani, hanno colorato le strade del comune indossando anche berretti degli Alpini (in onore dei 150 anni dalla Fondazione del Corpo degli Alpini) e cappelli della Regina Marina (in onore dell’Eroe di Guerra Luca Balsofiore).

Una giornata di festa, che ha preso il via alle ore 9.00 con il corteo degli studenti dell’ I.C. Forio 1 diretto dalla Dott.ssa Carmela De Vita, che dal Plesso Balsofioreche hanno raggiunto Piazza S. Gaetano accompagnato dalla Banda “Città di Forio – Insieme per la musica”. Al corteo si sono uniti anche gli studenti dell’ “I.I.S.S. C. Mennella” della Dirigente Prof.ssa Di Guida.

Ad attenderli in piazza S. Gaetano, all’altezza della lapide commemorativa dedicata a Luca Balsofiore, tutte le autorità militari presenti sull’isola e l’amministrazione comunale di Forio che al suono del “Silenzio” ha apposto la corona d’alloro.

A seguire il corteo ha raggiunto Piazza Municipio per il momento istituzionale, introdotto dall’orchestra e dal coro dell’I.C. Forio 1.

Una manifestazione molto emozionante che ha visto, tra i protagonisti, tutte le Forze Armate e le famiglie Balsofiore e Mele, quest’ultima protagonista anche di un commovente incontro tra generazioni.

“Oggi – ha dichiarato il Sindaco di Forio, Francesco Del Deo – ci ritroviamo qui come ogni anno per rendere omaggio all’Unità Nazionale e alle Forze Armate.

Per rendere anche omaggio a chi indossando una divisa con orgoglio e passione ogni giorno è impegnato per la salvaguardia di tutti noi e della nostra Patria.

Oggi la deposizione delle corone di alloro assume un significato ancora più forte, e vedere tutti questi ragazzi indossare chi il cappello della Regia Marina e chi il capello degli Alpini, non può che creare in noi tutti tanta emozione.

Vedo nei vostri volti e nei vostri grandi occhi tante aspettative verso un Futuro, che tocca a noi uomini delle Istituzioni e delle Forze Armate difendere.

Voglio prendere in prestito le parole del Presidente della Repubblica Sandro Pertini: “Eleviamo in questo giorno il nostro pensiero a quanti combatterono e si immolarono per l’indipendenza e per la libertà a tutti i nostri fratelli che sacrificarono la vita per questi altissimi ideali.

Da loro traiamo auspici per il futuro, nella fierezza di esserne eredi e nella consapevolezza degli ardui impegni che ci attendono.”

Oggi, con la posa simbolica della corona di alloro rendiamo omaggio a questi Eroi, a quanti hanno sacrificato la propria vita affinchè noi oggi potessimo essere qui e vivere in un tempo di pace.

Pensando alle Forze Armate e alle tante donne e ai tanti uomini, tutti altamente specializzati, che si impegnano quotidianamente per garantire la nostra sicurezza non posso non rivolgere un pensiero alla figura di Luca Balsofiore uno dei nostri Eroi di guerra – un figlio di Forio.

Luca Balsofiore, il Capitano che mostrò al mondo intero il valore della nostra Marina è un esempio per tutti noi nel credere fino all’estremo sacrificio nei valori della Patria e della nostra Nazione.

Quest’anno ricorre il 150mo anniversario della Fondazione del Corpo degli Alpini e voglio ricordare – insieme a tutti voi – il Primo Caporal Maggiore Matteo Miotto.

Matteo Miotto,  di origini foriane,  la cui lapide commemorativa è stata apposta lo scorso 2 giugno presso questo monumento ai caduti Matteo perse la vita in Afghanistan in missione – per difendere la libertà e la democrazia.

E non posso non ricordare il Caporale Maggiore Cassandra Mele, alpina ischitana strappata anch’essa alla vita da un tragico incidente.

Balsofiore, Miotto e Mele tre giovani appartenenti alle Forze Armate.

Tre giovani, che anche se sono vissuti in epoche diverse, erano guidati dallo stesso sentimento un sentimento di unione, un sentimento di fratellanza, un sentimento di libertà, un sentimento di democrazia, oltre che di Pace tra i popoli.”

 

Alla deposizione della corona di alloro presso il monumento ai caduti non è mancato l’inno d’Italia e l’inno “Signore delle Cime” in onore a tutti i caduti e agli eroi del Corpo degli Alpini nel 150mo anniversario della fondazione del corpo.

Successivamente le celebrazioni si sono spostate a Panza dove, da Piazza San Leonardo è partito un corteo con i giovani allievi dell’I.C Forio 2 diretto dalla Dott.ssa Marinella Allocca, fino al Monumento ai caduti sito in via Parroco D’Abundo. Con l’accompagnamento musicale della Banda Musicale “Banda musicale “Aurora Città di Panza” e dell’orchestra dell’I.C. Forio 2 è stata deposta la corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti.