GIOSI: “LA SCUOLA SIA IL MOTORE CHE FORMA LE NUOVE GENERAZIONI”


16

DI GIOSI FERRANDINO

Questa mattina sarà un giorno speciale per molte famiglie. Per i più piccoli cittadini della nostra isola sarà il primo giorno di scuola. Ricordo ancora l’emozione dei grembiulini che ho vissuto da papà, così come ricordo le emozioni, da sindaco, quando al suono della campanella, nei vari plessi del comune che amministravo, iniziava un nuovo anno scolastico. Oggi, da parlamentare europeo e rappresentante di un collegio di sei regioni, vivo un’emozione diversa. Più grande, più ampia e più viva.

La scuola deve tornare ad essere il motore che forma le future generazioni. Dall’asilo all’università, siamo tutti chiamati ad impegnarci di più. Chi come insegnante, chi come dirigente scolastico, chi come politico locale e chi, invece, come politico che è chiamato a dar risposte. L’Unione Europa è parte integrante della nostra scuola. I tanti PON attivi sono la dimostrazione del buon funzionamento del sistema. Sono felice che le nostre scuole sappiano intercettare le linee di finanziamento, le sappiano rendicontare e sappiano perfezionare la loro offerta formativa con i fondi europei.

Più Europa nella scuola significa anche più formazione, più preparazione e giovani più capaci di affrontare il presente e immaginare un futuro migliore per tutti noi. Il mio augurio, qui da Bruxelles, è rivolto a tutti i ragazzi dell’isola, a tutti i docenti, a tutti i collaboratori, a tutti i presidi e, consentitemelo, un abbraccio speciale a tutti gli studenti che affronteranno questo nuovo anno scolastico senza la loro stanzetta ospitati in un albergo. Buona scuola Ischia! Buona scuola a tutti!

  • EURODEPUTATO PD