IERI IN TV IL BELLO DI ISCHIA AL TGR CAMPANIA


18

In diretta dal piazzale aragonese di Ischia Ponte il giornalista Vincenzo Perone e la sua troupe per raccontare in 8 minuti la bellezza tutta isolana. E’ andato in onda nell’edizione delle 14.00 del  Tg R Campania di ieri un meraviglioso spaccato su Ischia e le sue tradizioni. Da un gozzo l’annuncio di una scheda che ha mostrato alcune delle immagini più belle: Campagnano, la zona più alta del Comune d’Ischia, dove risiede il lato più primitivo e autentico dell’isola: quello legato alla terra, alla genuinità di chi coltiva le viti tra le parracine, terrazzamenti in tufo, oggi patrimonio UNESCO, che consentono di vendemmiare a picco sul mare, lì dove si pratica una viticultura eroica. I resti sommersi della città di Aenaria nella baia di Cartaromana dove, le praterie di posidonia, fanno da sfondo al fenomeno dei VENTS, emissioni gassose legate alla natura vulcanica dell’isola,  studiate da ricercatori di tutto il mondo che collaborano con la Stazione zoologica Anton Dohrn per capire come sarà il futuro dei nostri mari: un sito importantissimo per la ricerca sui cambiamenti climatici. E ancora il Castello Aragonese e la torre di Michelangelo o di Guevara, con i bellissimi affreschi portati alla luce di recente dalla scuola di restauro dell’Università di Dresda, sotto la guida del professore Thomas Danzl. Sul piazzale aragonese la musica di Ugo Calise, reinterpretata da Valerio Sgarra, ha dato il via alla diretta con ospite il Sindaco Enzo Ferrandino.  Tra gli ospiti anche Nicola Mazzella, uno dei viticoltori più famosi: il suo vino è il bianco più buono d’Italia. «Questo splendido nostro vitigno, il Biancolella, è coltivato sulle terrazze a picco sul mare e ci regala questi splendidi profumi. Stiamo riscoprendo anche il Forastera, vitigno autoctono e il Piedirosso. Queste tre qualità sono i punti di forza del nostro territorio». Oltre alle prelibatezze preparate dal ristorante Cocò l’estro dello chef bistellato Nino Di Costanzo che al pubblico di Rai 3 ha mostrato la sua pasta e patate “nobile”per i suoi 25 formati di pasta e 5 tipi di patate.