IL CONSIGLIO DEI MINISTRI ESTENDE ALLA CAMPANIA LO STATO DI EMERGENZA

0

Lo stato di emergenza è stato esteso alla Campania. La decisione è arrivata ieri dal Consiglio dei Ministri, che ha esteso gli effetti della delibera approvata lo scorso 14 novembre in seguito ai danni provocati dall’ondata di maltempo che ha colpito il Paese. Su proposta del Presidente Giuseppe Conte, il Consiglio dei Ministri ha innanzitutto deliberato  a dichiarazione dello stato di emergenza per intervento all’estero in conseguenza dell’evento sismico che ha colpito il territorio della Repubblica d’Albania dal giorno 26 novembre 2019, e poi appunto l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza ai territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto, interessati dagli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati nei mesi di ottobre e novembre.

Allo scopo di consentire alle regioni di far fronte agli interventi più urgenti, è stato previsto un primo stanziamento di 100 milioni di euro, così ripartiti: Abruzzo 1.685.410,82 euro; Basilicata 48.977,78 euro; Calabria 666.163,21 euro; Campania 2.357.094,62 euro; Emilia Romagna 24.438.027,72 euro; Friuli Venezia Giulia 932.628,50 euro; Liguria 39.950.673,95 euro; Marche 156.786,97 euro; Piemonte 19.634.880,93 euro; Puglia 897.848,95 euro; Toscana 5.294.037,86 euro; Veneto 3.937.468,69 euro. Come previsto dalla normativa, saranno successivamente stanziate ulteriori risorse per l’attivazione di prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale e alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate.