IL GRIDO DI DOLORE DELLA MEDMAR: FATTURATO CROLLATO MA SERVIZI GARANTITI

15

Nel mese di marzo i volumi di traffico trasportati da Medmar per l’isola d’Ischia si sono ridotti di due terzi. In particolare il traffico di veicoli è calato del 67% quello dei passeggeri è diminuito addirittura del 77%, ed in generale il fatturato ha subito una flessione del 70%. Sono numeri che da un lato possono confortare, confermando il blocco quasi totale della mobilità personale, elemento chiave per evitare la diffusione del corona virus. Questi dati però danno anche la dimensione precisa della crisi che ha colpito duramente il settore della navigazione ed i cui effetti saranno ancora più gravi ad aprile, quando la mobilità marittima dei turisti per Pasqua ed i ponti di primavera sarà necessariamente azzerata.

Medmar continua anche in questi giorni a garantire la continuità territoriale di Ischia, assicurando il trasporto delle merci di prima necessità e dei lavoratori impiegati nei servizi essenziali, grazie pure alla abnegazione del suo personale. Siamo fiduciosi che vengano tenute in adeguata considerazione gli sforzi profusi dalle aziende del comparto marittimo in questa emergenza mentre noi restiamo a fianco degli ischitani lavorando insieme a loro per tornare il prima possibile alla normalità.