IMU 2023, PAGAMENTO ANCORA SOSPESO PER COMUNI COLPITI DAL SISMA

52

Ci si avvia al pagamento del Saldo dell’Imu 2023, in programma il prossimo 16 dicembre, seconda rata dovuta dopo il pagamento dell’acconto del 16 giugno. L’Imu deve essere pagata da tutti i proprietari di case e immobili ad eccezione di prima casa adibita ad abitazione principale e relative pertinenze. Ma potrebbero profilarsi per il pagamento del saldo Imu modifiche e proroghe.

  • Proroga 2023 per il pagamento del Saldo Imu di dicembre
  • Quali sono le modifiche di quest’anno per il pagamento del Saldo Imu di dicembre

E’ stato prorogato, o meglio, slitta il pagamento del saldo Imu di dicembre 2023 dal 16 al 18 dicembre, perché il 16 quest’anno cade di sabato. Si tratta, dunque, di una proroga di pagamento dovuta essenzialmente al fatto che il normale giorno di pagamento del saldo di dicembre dell’imposta fissato dalla legge cade di giorno festivo. Insieme alla proroga del pagamento del saldo Imu dal 16 al 18 dicembre ci sono molte altre modifiche relative al pagamento dell’imposta Imu per il saldo di dicembre e che interessano tutti i Comuni recentemente colpiti da eventi sismi o alluvioni. Secondo quanto stabilito, infatti, sono esenti quest’anno dal pagamento Imu i fabbricati ubicati nei Comuni colpiti dagli eventi sismici e il Dipartimento delle Finanze del Mef ha anche chiarito che l’Imu non è dovuta sui fabbricati collabenti, privi di rendita.

Entrando più nel dettaglio, gli immobili situati nei Comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno, colpiti dagli eventi sismici del 21 agosto 2017 nell’isola di Ischia, sono esenti dal pagamento Imu fino alla all’anno di imposta 2023.

Gli immobili situati nelle zone delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dagli eventi sismici dal 24 agosto 2016 sono esenti dal pagamento Imu fino al 31 dicembre 2023 e mentre per case e immobili situati nei Comuni dell’Emilia Romagna colpita dall’alluvione dei mesi scorsi sono stati prorogati i termini di pagamento dell’acconto Imu di giugno 2023 ma, a meno di modifiche dell’ultimo minuto, si deve pagare il saldo Imu di dicembre 2023, per i territori della Toscana colpiti recentemente dall’alluvione non sono al momento ancora previste proroghe, modifiche ed eventuali esenzioni dal pagamento del saldo Imu di dicembre 2023.