INCENTIVI PER AUTO IBRIDE E RIDEFINIZIONE DELLE TARIFFE TAXI, LA PROPOSTA


36

La proposta di delibera che l’opposizione aveva presentato al consiglio comunale di Ischia e che doveva essere discussa ieri nel corso della seduta di civico consesso era piuttosto articolata. E che, col voto contrario della maggioranza, è stata rispedita senza troppi fronzoli al mittente. In particolare, nella sua parte finale, si proponeva di deliberare quanto segue: “Di approvare la nuova proposta di indirizzo in merito alle innovazioni del servizio illustrate in premessa; di dare mandato alla Giunta Municipale di dare incarico a professionista esperto in materia di redigere studio di fattibilità per l’individuazione delle tariffe da applicare; di nominare Commissione Consiliare per la stesura del nuovo regolamento comunale per la disciplina degli autoservizi pubblici non di linea. Taxi, noleggio conducenti, natanti e trazione equina nei sigg Consiglieri (da definire, ndr); di dare atto che il presente provvedimento comporta impegno di spesa per il triennio 2019/2021, prevedendo lo stanziamento di 50,000,00 € dal capitolo di spesa denominato tassa di soggiorno per l’erogazione di incentivi per l’acquisto di auto ibride e elettriche da assegnare con procedura ad evidenza pubblica”.
Come detto, però, Enzo Ferrandino e i suoi non hanno ritenuto valida la proposta, soprattutto nella fase in cui si parlava di nominare un professionista in grado di rivisitare e ridefinire le tariffe dei taxi ad Ischia, che tanto hanno fatto discutere negli ultimi giorni. Il corpo sostanziale di delibera si esplicitava sui concetti che di seguito riportiamo: “tra l’amministrazione comunale e le organizzazioni di categoria si sono svolti recentemente degli incontri che hanno portato solo un inasprimento tra le parti con una recente protesta della categoria che ha avuto rilevanza sui quotidiani locali ed emittenti televisive regionali questo perché le proposte dell’amministrazione al fine di realizzare un piano di riordino del servizio taxi non hanno previsto azioni di intervento e l’assunzione di impegni e in particolare: forme innovative di servizio all’utenza, attraverso l’inserimento di nuove corse, di poter dare l’opportunità all’utenza della scelta di applicazione del tassametro o tariffa preordinata per percorsi prestabiliti, la possibilità del pagamento elettronico in tutte le vetture, un sistema di comunicazione piu capillare in ordine alla tariffazione, l’uniformità del servizio offerto e dei servizi aggiuntivi proposti dagli operatori su piazza, il miglioramento del monitoraggio dell’offerta e la realizzazione di un applicazione mobile; misure che garantiscano la compatibilità ambientale della flotta delle autovetture; adeguamento tariffe mediante studio di fattibilità; riduzione del 10 % su tutte le tariffe per i diversamente abili; in coerenza con una politica di mobilità sostenibile, e in particolare con gli obbiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 fissati dal Piano d’Azione Energia Sostenibile, a sostenere il rinnovo della flotta con veicoli a basse emissioni, attraverso l’erogazione di incentivi per l’acquisto di auto ibride e elettriche da assegnare con procedura ad evidenza pubblica, per tali incentivi nel predisponendo progetto di bilancio 2019/2021, sarà previsto lo stanziamento di 50,000,00 € dal capitolo di spesa denominato tassa di soggiorno”.