ISCHIA AMBIENTE, “NO” DEL GIUDICE ALL’ASSUNZIONE DEL LAVORATORE STEC

18

Il giudice del lavoro del Tribunale di Napoli, dott.ssa Manuela Fontana, ha sciolto la riserva formulata nella procedura promossa da Luigi Serra nei confronti di Ischia Servizi spa. Si tratta di uno dei due dipendenti della STEC chiamati a supporto da Ischia Ambiente e che a un certo punto avevano fatto causa alla società partecipata chiedendo l’immissione in pianta organica come lavoratori con contratto a tempo indeterminato dopo che la società lo aveva licenziato. Ebbene il ricorso è stato rigettato e dunque il lavoratore in questione non potrà pretendere di entrare in pianta organica. I lavoratori della STEC vennero chiamati a collaborare con Ischia Ambiente diversi anni fa: il loro compito era quello di provvedere a trasportare gli automezzi dei rifiuti solidi urbani in discarica, una collaborazione voluta dagli allora vertici della società per evitare che si dovessero pagare esosi straordinari al personale che alle volte restava ore ed ore ad aspettare di poter conferire. Una scelta che però nel tempo si è rivelata deleteria, dal momento che entrambe le maestranze hanno chiesto l’assunzione a pieno titolo nella partecipata monnezzara.