ISOLE MINORI, DEL DEO CHIEDE INCONTRO AL MINISTRO MUSUMECI

6
“35 Comuni, 240.000, 87 isole. Questi tre numeri sintetizzano la comunità isolana italiana, una popolazione rappresentata istituzionalmente dall’ANCIM, associazione che mi onoro di guidare. Una realtà che in questi anni ha fortemente compulsato le politiche dei vari Esecutivi che si sono succeduti, centrando risultati importantissimi: penso, ad esempio, al riconoscimento della 73esima area interna ultraperiferica o alla modifica dell’articolo 119 della Costituzione che riconosce l’insularità.
Battaglie importanti, che certamente non terminano qui. Con l’avvento del nuovo Governo, abbiamo molto apprezzato l’istituzione di un Comitato interministeriale per le politiche del mare, atto che dimostra attenzione su questo importante tema, toccando da vicino le popolazioni isolane (in quanto il mare, per le isole, è un elemento di primaria importanza).
Pertanto, in questi giorni abbiamo chiesto un incontro al Ministro del Sud e del Mare, On.Nello Musumeci, con l’obiettivo di fare alcune riflessioni sulle isole minori. Riflessioni che si concretizzano nella richiesta di far partecipare l’ANCIM al Comitato interministeriale, luogo ideale per risolvere problematiche che – per decenni – sono state demandate ai vari Ministeri, senza un coordinamento tra loro. Pertanto, con l’adesione al Comitato, le isole minori certamente potranno far ascoltare la propria voce con un maggior peso, avendo un unico interlocutore.
In questi anni l’ANCIM ha elaborato proposte, costituito gruppi di lavoro, partecipato a numerosi tavoli e avanzato molteplici proposte normative, di cui diverse accettate: penso – tanto per fare un esempio – all’espansione del progetto resto al sud a tutte le isole d’Italia, alla rimodulazione di alcuni aspetti tecnici per le progettualità destinate alle isole (si veda i progetti ‘Isole Verdi’), all’accelerazione delle campagne vaccinali anti COVID sulle isole minori, ai milioni che siamo riusciti a far assicurare alle isole per garantire la loro interconnessione etc.
Pertanto, all’indomani dell’incontro col Ministro, saremo già pronti a lavorare senza sosta, offrendo un grandissimo supporto al Ministero stesso, nell’interesse di tutti i cittadini che vivono sulle isole, facendo sì che abbiano le stesse opportunità date ai cittadini della terraferma.”