JUVE-NAPOLI, MATCH VIETATO AI NATI IN CAMPANIA: È POLEMICA


63

I nati in Campania non potranno acquistare i biglietti per assistere a Juventus-Napoli, super match che si svolgerà a Torino il prossimo 31 agosto. Sembra una barzelletta di cattivo gusto, ma purtroppo non lo è. La decisione è stata infatti annunciata dal club bianconero sul proprio sito ufficiale: “Non è consentita – si legge nella sezione biglietti – la vendita ai residenti nella regione Campania” e “ai nati nella regione Campania”.

Se ciò non bastasse, la scelta della Juventus è stata confermata anche in un comunicato stampa: “Juventus Football Club precisa che le restrizioni di vendita dei biglietti per la partita Juventus-Napoli del 31 agosto, pubblicate sul sito della società nella mattinata di ieri, sono state comunicate, tramite Posta Elettronica Certificata, agli uffici competenti in data 4 agosto alle ore 16. Le modalità di vendita dei tagliandi potrebbero subire variazioni, anche sostanziali, solamente a seguito delle determinazioni dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, che non si è ancora riunito”.

Non si è lasciata attendere la precisazione della Questura di Torino, che in una nota prende le distanze da quanto riferito dai bianconeri: “Con riferimento alla notizia apparsa oggi su alcuni organi di stampa, secondo la quale la Questura di Torino avrebbe concordato il divieto di vendita dei tagliandi per la partita Juve – Napoli a chi è nato in Campania, si comunica ufficialmente che tale notizia è del tutto destituita di ogni fondamento.  La Questura di Torino non ha mai concordato tale decisione con la società sportiva né intende condividerla”.