LA POLEMICA – TRASPORTI, LA NEW ATEC CONTESTA LA CORSA DELLE 6.25


50

Gentile direttore,
in relazione alla recente polemica nata a riguardo delle corse non effettuate dal vettore
Medmar da lschia per Napoli ritengo utile sottoporre una riflessione che spero utile
sull’argomento.
La corsa della compagnia privata delle 6.25 da lschia, storicamente preferita dai tantissimi
piccoli e grandi trasportatori ischitani che effettuano servizi utili alla comunitd ischitana,
come il ritiro o la consegna di merci spesso di prima necessitd, soprattutto per la cittit di
Napoli e dintorni da qualche anno effettua scalo a Procida.
ln passato tale corsa permetteva di essere a Molo Beverello alle otto in punto, cosi da
permettere a noi autotrasportatori di iniziare il giro per la cittd in tempo utile e
concomitante con l’apertura di uffici e negozi; adesso invece si arriva decisamente piu
tardi e spesso la corsa di ritorno, quella delle 8.35 da Porta di Massa per lschia, non parte
in orario proprio per il ritardo accumulato all’andata.
La ragione di tali ritardi d presto detta, lo scalo intermedio a Procida che rende la linea
decisamente meno competitiva in quanto ad orari. La partenza dall’isola procidana infatti e
fissata alle 7.05.
Ritengo che l’esperimento di assegnarc a Medmar lo scalo a Procida non sia stato
fortunato, anzi ha mortificato le esigenze di ischitani e procidani che si trovano con un
servizio zoppo. Noi di lschia soffriamo la ridotta capacitdt di carico ed i tempi allungati di
percorrenza, i procidani spesso non hanno posto in garage sufficiente e sovente la nave
Medmar non scala Procida per condizioni meteo sfavorevoli. A questo punto mi chiedo:
perch6 non ripristinare il vecchio sistema ? Per quale ragione continuare con una via
nuova ma sbagliata ?
Si torni dunque al vecchio assetto, con la corsa Medmar lschia/Napoli alle 6.25 diretta e
una corsa Caremar da Procida per Napoli con nave traghetto, in partenza in tempo utile .
Senza alcun intento vessatorio nei confronti dei procidani che invece meritano pari dignitii
nei trasporti marittimi ma tenendo invece in debita considerazione volumi, orari, esigenze
e storie diverse.
Sperando di aver fornito un contributo utile per migliorare un servizio fondamentale per le
isole del golfo, la saluto cordialmente.

Giovanni Lombardi
New Atec lschia