LACCO AMENO, LE RESIDENZE “ELETTORALI” NEL MIRINO DELLA PROCURA DI ROMA

8

Adesso è ufficiale: la Procura della Repubblica di Roma indaga sulle residenze che sono state registrate a Lacco Ameno e che secondo l’accusa potrebbero avere, il condizionale è in ogni caso d’obbligo, finalità di natura elettorale. Nella mattinata di ieri alcuni investigatori giunti dalla capitale si sono recati di buon ora presso l’ufficio anagrafe del Comune di Casamicciola proprio per ricostruire una serie di “flussi migratori” dal Comune termale verso quello del Fungo. Da ricordare come in campagna elettorale, nel corso di una conferenza stampa, il senatore Domenico De Siano aveva lamentato 240 nuove residenze a Lacco Ameno a suo dire assolutamente fittizie e con finalità mirate a condizionare il voto delle amministrative.