L’APPELLO DI AICOM E CONFESERCENTI: “STOP ALLE STRISCE BLU”

8

Confesercenti e Aicom hanno emesso un comunicato congiunto per gli organi di informazione avente ad oggetto “sospensione strisce blu ed annullamento di tutte le contravvenzioni fatte relative ad esse”. Nel testo si legge che “Alla luce delle drastiche misure adottate dal Governo con il Decreto dell’11 marzo u.s. in merito alla diffusione del Coronavirus, che ha giustamente invitato i cittadini a rimanere presso le proprie abitazioni per limitare al massimo la diffusione ed il contagio del virus, appare evidente la necessità di disporre la sospensione delle aree di parcheggio a pagamento (strisce blu)  consentendo la sosta libera sulle dette aree e contestualmente annullare tutte le contravvenzioni elevate a partire dall’11 marzo u.s. relativamente all’uso delle stesse”.

I rappresentanti del mondo del terziario ricordano poi che “La misura è stata già adottata, giustamente, dal Comune di Ischia e da altri importanti comuni d’Italia (Roma, Bari, etc.) e si ritiene possa facilitare sia gli spostamenti di coloro che hanno la necessità di muoversi da casa anche in questo periodo sia per chi ha la necessità di restare a casa per lunghi periodi senza preoccuparsi della sosta del proprio veicolo e della scadenza degli orari per il ticket”.