MANDRA, FIORIERE USATE COME WC

64

Gli ospiti dell’isola verde non mancano mai di stupire per creatività, soprattutto quando i protagonisti delle azioni scavano nei meandri più reconditi del cattivo gusto e della volgarità. Cose che succedono quando un’isola così grande, che ha come vocazione naturale il turismo, il voler accogliere, non ha mai dato un’identità precisa o ha inseguito un target ben standardizzato  di ospite tipico. Una persona, se così si può definire, nel cuore pulsante di Ischia, a pochi passi dalla vivace vita da spiaggia della Mandra, all’ombra del maestoso Castello Aragonese decide deliberatamente di dare libero sfogo ai propri istinti corporali, senza alcun ritegno, né rispetto per un’isola che è stata fin troppo benevola con un certo tipo di individui che sarebbe anche ora di caccia via dal nostro territorio.