MAZZATA-TARI, VITTORIA DEI COMUNI CONTRO LA SAPNA

24

Quasi un anno fa il sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi De Magistris, con una apposita delibera decretò l’aumento tariffario della SAPNA (Sistema Ambiente Provincia di Napoli spa), che nell’approvare il piano delle attività per l’anno 2018 relativo ai costi del servizio espletato rideterminava la tariffa fissandola ad un importo di 150.34 euro a tonnellata. Un aumento che rappresentava una vera e propria mazzata e che era stata comunicata ai 92 Comuni ricadenti nell’area metropolitana. Dinanzi al provvedimento del sindaco De Magistris avevano fatto ricorso al Tar i Comuni di Ischia, Barano d’Ischia e Serrara Fontana – rappresentati dall’avvocato Leonardo Mennella – che si sono viste riconosciute le proprie ragioni dai giudici della Prima Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania. Con la delibera metropolitana che è stata annullata come da dispositivo firmato dal presidente Salvatore Veneziano, dal consigliere ed estensore Gianluca De Vota e dal primo referendario Maurizio Sarrise. Giustizia e fatta con i Comuni isolani che possono tirare un sospiro di sollievo.