MONTERONE RESTA A CASA, IL VIDEO DIVENTA VIRALE

13

Monterone resta a casa, ma lo fa senza esporsi.

Prima il sospetto, lo sguardo incuriosito ed esaminatore, tipico di quei quartieri popolosi dove tutti si conoscono e nessuno vuole essere infastidito, poi, dopo aver fornito “le generalità”, abbassato la mascherina e risposto alla fatidica <<a chi sij figlie?>>, l’abbraccio “a distanza” e l’invito a ritornare.

Io, in realtà, mi ci sono trovato davvero per caso, volevo aggiungere nuove riprese ad altre girate in precedenza, approfittando della discesa fatta da casa, dopo 17 giorni, per portare del lievito a mia zia Melina Laezza; ho seguito solo le litanie.

L’incontro è ogni pomeriggio alle 15 per una preghiera “più intima” e alle 21 tra i balconi illuminati.

Monterone è sempre il quartiere più bistrattato, sfruttato e accusato, senza lamentarsi mi ha insegnato che c’è sempre chi prega per noi (rispettando le ordinanze), anche se noi non sentiamo o non vogliamo sentire.

Grazie ai presenti per la collaborazione e scusate per il disturbo, con la promessa di montare anche il restante materiale e nella speranza di ricevere anche i video serali, non possiamo vederci ma pubblichiamoli! Grazie Pasquale Raicaldo per il costante interesse per tutte le piccole e belle storie isolane, per la pazienza contro i miei dubbi ed insicurezze e per il coraggio nella pubblicazione che mi ha spiazzato e, ammetto, emozionato.

Il video è completamente amatoriale, ci provo da poco e chiedo scusa per i tanti errori tecnici, parla solo il luogo.
#VivaForio #restiamoacasa

TESTO E VIDEO DI DAVIDE LAEZZA