NATALE, GLI AUGURI DI GB CASTAGNA: MAI STATO COSI’ VICINO A TUTTI VOI


45

Cari concittadini casamicciolesi,

con queste poche righe sono a rivolgervi i più sinceri auguri di un Santo Natale. Sono sincero, ma non ci sarebbe neppure bisogno di specificarlo: lo faccio con un sentimento decisamente diverso rispetto a quello degli anni passati, consapevole che queste festività non potranno essere caratterizzate dallo stesso clima gioioso e disincantato. La ferita dello scorso 21 agosto non è ancora cicatrizzata, e forse non si rimarginerà mai. Sapere che tanti uomini, donne e bambini trascorreranno la festa più legata alla tradizione, ai riti consolidati ed al focolare domestico lontano dalla propria abitazione, è un fatto che davvero mi rende una persona triste. E credete all’uomo prima ancora che al sindaco, lascia anche un senso di profonda impotenza. Che fa male, male davvero, al cuore come all’anima.

Ma Natale è anche il momento della preghiera, della speranza, della nascita di Gesù e quindi di un nuovo inizio. Quello che faticosamente, tutti insieme, stiamo provando a costruire e che insieme costruiremo, perché la gente di Casamicciola in questi lunghi e tribolati mesi ha dimostrato di possedere una caratteristica che rende il sottoscritto, e presumo anche tutti voi, orgogliosi di essere figli di questa terra: nelle avversità, che sono state davvero tante e che ci hanno visti trattati e considerati in maniera tutt’altro che ortodossa (ma non scendo nel dettaglio, giusto per non infrangere il “codice” del clima natalizio), abbiamo dimostrato un senso della dignità davvero fuori del comune. Certo, c’è stato chi anche in un momento difficile, sotto certi aspetti drammatico, ha voluto e vuole speculare su quanto sta accadendo, rendendosi artefice di azioni che in molti casi non esito a definire di assoluto sciacallaggio. Io, sappiatelo, non nutro sentimenti di rancore nemmeno nei confronti di queste (fortunatamente poche) persone, cosciente del fatto che ognuno i conti alla fine dovrà regolarli prima di tutto con la propria coscienza. Ma se è vero che una rondine non fa primavera, allora mi sia consentito abbracciare tutti coloro che anche nella sofferenza hanno affrontato mille difficoltà in molti casi senza far trasparire il proprio disagio.

Io ho tanti propositi e credo che il regalo più bello che possiamo ricevere, e su cui mi sto impegnando con tutte le mie forze, è quello di rivedere i nostri giovani studenti frequentare la scuola a Casamicciola. La loro, credetemi (e questo lo dico anche da docente) è la mancanza che più si avverte. Ai genitori dico che questi bambini e ragazzi si riprenderanno presto la loro Casamicciola, che un giorno – crescendo – sapranno rappresentare certamente meglio di noi. E’ vero, non sarà un Natale come tutti gli altri, ma voglio formulare un auspicio: vorrei che la notte Santa, quella in cui ci sentiamo tutti più vicini, possa diventare parte integrante della nostra comunità. Volteremmo pagina e scriveremo un nuovo entusiasmante capitolo del nostro romanzo. Mi sia consentito, infine, di formulare gli auguri ad assessori e consiglieri della nostra amministrazione ed a tutti i dipendenti comunali per l’abnegazione che mostrano quotidianamente nello svolgimento delle loro mansioni.

Non mi sono mai sentito così vicino a voi, vi abbraccio tutti. Indistintamente.

Sinceri auguri di buon Natale.

GIOVAN BATTISTA CASTAGNA

IL VOSTRO SINDACO