NEVE, PROCIDA COME CORTINA D’AMPEZZO


234

Anche Procida si risveglia imbiancata dalla neve.  Per i più anziani, i ricordi di una nevicata degna di questo nome sull’isola di Graziella, salvo qualche spruzzatina in un altro paio di occasioni più recenti, risalgono al “mitico” 1956 e la relativa ondata di freddo che, ancora oggi ed a distanza di tempo, rappresentano un evento meteorologico di particolare rilevanza ed eccezionalità storica per dimensioni del fenomeno che colpì il continente europeo e l’Italia nell’inverno di quell’anno.

Dopo oltre sei decenni, quindi, un accenno di quello che l’isola avrebbe vissuto si è verificato già nella mattinata di lunedì quando è caduto solo qualche fiocco mentre ieri, dall’alba, una coltre bianca più consistente, fino alle ore 9,30 che il sole è ritornato a fare capolino, ha ricoperto strade, orti, giardini, piante, macchine regalando un’atmosfera diversa ed un paesaggio da cartolina di montagna al risveglio di grandi e piccini, questi ultimi, ovviamente, particolarmente felici e divertiti.