OGGI L’ULTIMO SALUTO DELL’ISOLA A MIRO IACONO

89

La scomparsa di Miro Iacono ha lasciato l’intera isola nella tristezza. Uno degli uomini più creativi di Ischia è venuto a mancare nella notte tra sabato e domenica all’età di 53 anni, stroncato da un male incurabile. Questa mattina l’ultimo saluto alla Chiesa dell’Addolorata. Erano mesi che non si avevano più sue notizie, lui che era così attivo sui social network, lui che amava fotografare ogni scorcio della sua isola dove, con la sua fantasia, spuntavano dinosauri, rinoceronti e navicelle spaziali.  Lui, Peter Pan ischitano, amante della fotografia e della tecnologia. Dove c’erano onde alte e windsurf, una luna gigante o qualcosa di bello da immortalare, era lì con la sua macchina fotografica per condividere con chi magari non era abituato alla bellezza, il lato più bello della sua isola.  La foto scelta per annunciare la sua dipartita lo ritrae sorridente, al mare ed è così che avrebbe voluto che i suoi amici lo ricordassero, lui che da mesi conviveva con la sua malattia con il desiderio di non farsi vedere sofferente dai suoi cari. Le sue foto, con l’avvento dei Social Network hanno spopolato sul web, e sui giornali, come quando una gondola un po’ particolare comparve dinanzi da Coco’, o quando bagnanti intrepidi fecero il bagno tra le onde gelide e, insieme alle alghe, con un alligatore, o ancora quando trasportò il Castello Aragonese  su un atollo delle Maldive.