PER PROCIDA: IL BILANCIO E I PARERI NEGATIVI DEI REVISORI

109

COMUNICATO GRUPPO PER PROCIDA – A leggere le esternazioni a raffica degli ultimi giorni del consigliere con delega al bilancio Giovanni Villani, forte è la sensazione che certe battute, con la politica e gestione della cosa pubblica abbiano, realmente, poco a che vedere.

Comprendiamo l’imbarazzo del delegato al bilancio che in poco più di un anno di mandato, oltre ad essere passato nel paese con l’immagine di “Mister Esattore”, ha raccolto una raffica di pareri negativi da parte del Revisore dei Conti, ma se non sopporta la pressione, meglio prendere un periodo di vacanza.

Dal punto di vista politico ricordiamo al “duro e puro” Villani che in una denuncia presentata nel 2012 dall’allora capo dell’opposizione Dino Ambrosino alla Corte die Conti e al Prefetto di Napoli (le vestali dei nostri giorni sono stizzite davanti alla nostra opposizione, sic!) scriveva: “Il Comune vende terreni di proprietà comunale per coprire i propri disavanzi strutturali di bilancio, poi ne fitta altri da privati per aree di mercato e parcheggi senza ricavarne alcun utilità! Il Gruppo “Insieme per Procida” ha proposto una delibera di C.C., che prevede come taglio la rescissione contrattuale per i suddetti fitti (senza esito!).”

Oggi, potremmo dire che gli Amministratori tentano di vendere i terreni (purtroppo con scarso successo) mentre, viceversa, per quanto riguarda il fitto di terreni che, dall’opposizione, Dino Ambrosino denunciava come di “alcuna utilità”, da Sindaco sembra aver cambiato decisamente idea tanto è vero che in questi giorni, a Chiaiolella, è stato prorogato di sei mesi il fitto di un parcheggio per un canone di circa 7.560 euro e per i successivi anni per euro 15.300,00.

Per l’amministrazione Ambrosino&Co sembra sempre di più valere la doppia morale della sinistra italiana che coincide con il detto: “ Fate quello che dico e non fate quello che faccio”.