PITONE ATTACCA DE MAGISTRIS E “IMITA” SALVINI: “PRIMA I SENZATETTO, POI I PROFUGHI”


22

Vitale Pitone, coordinatore sull’isola d’Ischia della Lega Salvini Premier, di punto in bianco convertitosi al leghismo più accanito e sfrenato, nella giornata di ieri ha individuato nel sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, un nuovo bersaglio. Pitone ha indirizzato una nota alla stampa nella quale inizialmente spiega: “Vivendo sull’isola d’Ischia (Casamicciola Terme) e Residente dalla nascita, recandomi sporadicamente per lavoro ed altro a Napoli, mio malgrado mi sono ritrovo ad osservare per le strade della Città di Napoli una quantità innumerevole di persone che vivono per strada. Quindi in questo momento di buonismo che dimostra il Sindaco di Napoli De Magistris, mi sento nel mio piccolo di dargli un consiglio, se proprio ha questa voglia incontrollabile di aiutare le persone con difficoltà generalizzate, potrebbe immediatamente e senza andare al porto di Napoli per imbarcarsi con navi, gommoni ecc. ecc. per andare chi sa dove, scendere da Palazzo S. Giacomo e aiutare le prime persone senza tetto, malate, povere ecc. ecc. che incontra per la sua Città senza guardare lontano, sarebbe per lui ‘forse’ una soddisfazione esaudire il suo desiderio (sé è vero che desidera aiutare il prossimo) nonché obbligo istituzionale; ma se tutto questo non avviene, probabilmente si configura un interesse personale per scopi politici da realizzare nel prossimo futuro”.
Dopo un’esposizione del genere, la conclusione del coordinatore leghista casamicciolese non può che essere abbastanza scontata e consequenziale: “Quindi riepilogando (per me) se De Magistris risolve e libera la Città dai senzatetto e sfama chi non riesce a farlo, allora forse potrebbe accingersi a guardare oltre”. Senza offesa per il buon Vitale, ma sembra il refrain di una canzone già ascoltata…