PROCIDA: A SCUOLA MANCANO I RISCALDAMENTI, LA DENUNCIA DELLA MINORANZA

45

Nel consueto book fotografico settimanale, l’assessore ai lavori pubblici ha dimenticato di fare (e farsi) una foto con i ragazzi delle scuole che in questi giorni di inizio dicembre, durante le lezioni devono indossare i giubbotti per non soffrire il freddo, perché i riscaldamenti non funzionano.

Una indecenza che solo qualche anno fa avrebbe fatto adirare e non poco i genitori e i rappresentanti di istituto di allora e che oggi, chissà perché, sono molto più “democratici nei confronti dell’amministrazione Ambrosino, tacendo.

A rappresentare il malessere che stanno vivendo docenti e discenti il capogruppo di “Procida Per Tutti” Menico Scala

“In altri tempi un riscaldamento spento in pieno dicembre nel mondo scolastico provocava una rivoluzione scolastica, mi ricordo anche i topolini facevano parte della rivoluzione. Oggi tutto spento, almeno fino a ieri, non per polemica ma per il benessere dei bambini. Cambiano i tempi e modi…oramai. Aspetteranno il riscaldamento globale della terra?”