PROCIDA, DOPO L’ARRESTO CARANNANTE SI DIMETTE DA ASSESSORE

9
“Antonio Carannante ha deciso di dimettersi dalla carica di assessore. Si è preso ventiquattr’ore di tempo per riordinare le idee e oggi pomeriggio ha inviato la sua nota al Sindaco e alla Giunta. Una decisione amara, maturata dopo aver condiviso cinque anni e mezzo al lavoro per l’isola”. A parlare e comunicare la decisione dell’avvocato, finito ieri agli arresti domiciliari con l’accusa di tentata estorsione, è il sindaco di Procida Dino Ambrosino che poi aggiunge: “Questo è stato il momento più difficile del nostro percorso amministrativo, poiché non è coinvolto solo un professionista ma un amico. Lui cede il testimone, e lo fa continuando a credere nel genuino lavoro di squadra che stiamo portando avanti. Sono sicuro che chiarirà la situazione che lo riguarda, e nel frattempo lo ringrazio per la presenza, la dedizione, la generosità che ha dimostrato in questi anni seguendo deleghe importanti”.