PROCIDA, IL MONITO DI SCALA: LA RICREAZIONE E’ FINITA


191

La ricreazione è finita

La ricreazione è finita in quanto la tornata elettorale del prossima 4 Marzo rappresenterà anche il primo passo verso le elezioni comunali che si terranno, al massimo, nella primavera del 2020. Si perché i risultati che avremo il giorno 5 Marzo ci diranno di un forte raggruppamento di centrodestra e di un Partito Democratico, a Procida rappresentato dal Sindaco Dino Ambrosino che è anche componente dell’Assemblea Nazionale dello stesso partito, che sarà in caduta libera a fronte di un Movimento Cinque Stelle, ovvero quelli che votano per protesta, che quantomeno vedrà inalterati gli oltre mille voti delle precedenti tornate segno inequivocabile che oggi, i voti di protesta, saranno contro un gruppo dirigente de “la Procida che Vorrei” che si strappa le vesti per il “Totem della Pace” ma che esprime parere favorevole, a Santa Margherita, per la realizzazione di un chiosco bar di oltre 60 mq e che, da quasi tre anni, si è solo crogiolato di opere ed interventi programmati da “quelli di prima”.

Il voto di protesta sarà contro una Regione, governata dai sodali del Sindaco, che ci offre trasporti marittimi da terzo mondo, sanità da quarto mondo, finanziamenti per il turismo pressappoco pari a zero.

La ricreazione è finita! Forza Italia, l’ultimo argine, anche sull’isola di Procida, alla deriva populista.

Menico Scala

Consigliere comunale e Commissario Forza Italia isola di Procida