PROCIDA, MENICO SCALA: “LA FESTA DEL FLAG E’ IL SOLITO CONTENTINO”


59

DI MENICO SCALA

Buone nuove, cattive nuove. Apprendiamo che il Comune di Procida avrà una dotazione di ventimila euro da spendere per animazione del FLAG Sviluppo Mare Isole di Ischia e Procida s.c.a.r.l.. L’evento è fissato per il 15 febbraio con la presenza di autorità regionali. Per sommi capi, buna parte del budget, dovrebbe essere spese per la realizzazione di un video, con il relativo acquisto delle strumentazioni per le riprese, con il coinvolgimento dei bambini alla proiezione del video nel luogo che accoglierà le autorità regionali ed omaggio gastronomico consistente in “Cuppetiello” di frittura di pesce (della serie “facimm ammuina”).

Detto questo, con l’auspicio che le indiscrezioni di cui siamo a conoscenza non corrispondano al vero, troviamo che tale modo di procedere sia frutto di una cultura dell’amministrazione dei soldi pubblici veramente lontana da quelle che sono le reali e moderne esigenze di un comparto, quale la pesca, che vive in grosse difficoltà.

La “festa” organizzata, qualora confermata, non potrà che rivelarsi, da un lato, il solito contentino per i soliti noti beneficiari di commesse comunali, ad esempio per il progetto “Energie sinergiche” si prevedono circa 4.000 euro per pasti e caffè ai circa 30 partecipanti (basti pensare che per la mensa scolastica, con oltre 500 pasti al giorno, in un mese se ne spendono 10.000 euro, ed oltre 600 euro per la pulizia “una tantum” del Palazzo della Cultura (l’appalto mensile per la pulizia giornaliera dello stabile che ospita gli uffici comunali è di circa 4.000 euro), dall’altro, un momento per fare i soliti selfie a beneficio dei componenti del “cerchio magico”, alla ricerca di recuperare quei consensi in fuga in vista delle prossime elezioni. Non sarebbe stato meglio concordare le iniziative con i rappresentanti della categoria, per altro soci della scral?

* CONSIGLIERE COMUNALE GRUPPO “PER PROCIDA”